Matt Cancelleria

Adriano Carotti, il chirurgo jesino che ha operato le gemelline siamesi algerine

Foto da Corriere della Sera

JESI – L’associazione “Premio Vallesina” di Jesi esprime un sentito ringraziamento e profonda gratitudine a nome di tutta la collettività della valle al prof. Adriano Carotti, nato a Jesi, responsabile dell’unità operativa complessa di cardiochirurgia all’ospedale pediatrico del Bambin Gesù di Roma che è stato in questi giorni uno dei cinque chirurghi che è intervenuto sulle siamesi algerine di 17 mesi Rayenne e Dijhenne e le hanno separate.

Il prof. Adriano Carotti è stato premiato dalla nostra associazione nell’edizione 2014 svoltasi a Morro d’Alba per la sua attività di alta specialità cardiochirurgica neonatale a Bambin Gesù dove ha eseguito oltre 2.000 interventi, oltre a trapianti di cuore.

Le due siamesi erano destinate a vivere guardandosi negli occhi come in uno specchio unite per l’addome ed il busto; oggi invece grazie a questi medici che esprimono l’eccellenza italiana le due sorelline algerine hanno davanti a loro una vita normale. La preparazione delle varie equipe è durata un anno e l’intervento sulle due gemelline è stato possibile in appena dieci ore quando solitamente interventi del genere durano dalle 18 alle 24 ore rendendo di gran lunga i rischi del tempo di esposizione all’anestesia . L’unico altro intervento del genere presso il Bambin Gesù risale agli anni 80 ed anche in questo caso si trattava di siamesi con torace ed addome uniti. Questa operazione è stato il preludio al prossimo intervento che sarà eseguito a dicembre su un’altra coppia di gemelle siamesi provenienti dal Burundi. Le piccole sono unite per la zona sacrale.

1 Commento su Adriano Carotti, il chirurgo jesino che ha operato le gemelline siamesi algerine

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.