Matt Cancelleria

Giornata FAI, domenica a Jesi aperta Villa Collebellombra

JESI – Soffermare l’attenzione sulla piazza che attraversiamo per andare al lavoro o conoscere come vivevano i proprietari dell’elegante villa che scorgiamo dal balcone di casa. Sono modi diversi di scoprire la nostra città da punti di vista nuovi e il FAI – Fondo Ambiente Italiano ci invita a rinnovare il nostro sguardo sull’Italia partecipando, domenica 15 ottobre 2017, alla Giornata FAI d’Autunno, realizzata dai Gruppi FAI Giovani a sostegno della campagna di raccolta fondi “Ricordiamoci di salvare l’Italia”, attiva dal 1° al 31 ottobre.

Per l’occasione 3.500 volontari accompagneranno gli italiani alla scoperta di 600 luoghi inaccessibili o poco valorizzati, legati da una tematica comune – la musica, le tradizioni artigiane, il panorama urbano dall’alto – e raccontati dallo spirito entusiasta dei giovani.

Il gruppo Fai Jesi e Vallesina sarà presente a Villa Collebellombra, nei pressi della città. Nel cuore delle colline marchigiane a pochi passi da Jesi, è una villa in stile palladiano edificata dalla famiglia Honorati nel 1790. Presenta lo schema tipico delle ville marchigiane con la chiesetta, le scuderie, la limonaia e la casa del custode, tutto interamente circondato da un vasto parco. È un esempio di villa rurale creato per ottimizzare la gestione delle terre, secondo il sistema della mezzadria. La villa rurale assumeva un ruolo cardine di controllo del lavoro agricolo svolto nelle campagne dai coloni. Si crearono così dei centri produttivi con valenza residenziale e lavorativa. Agli inizi del Novecento la villa venne acquistata dalla famiglia Gambelli che ne mantenne intatta la struttura originaria modificandone il nome in Villa Collebellombra. Vicende familiari e storiche si alternarono in questa proprietà che mantiene ancora intatto il carattere intimo e schietto che ha da sempre animato la residenza di Collebellombra.

L’apertura è a cura del Gruppo FAI di Jesi e Vallesina. Le visite sono a contributo libero, senza prenotazione e aperte a tutti con orario continuato dalle 10 alle 16,30 (ultimo ingresso 16,30). Per la pausa pranzo è gradita la prenotazione contattando Augusta (348.6526621) o scrivendo a gruppofai_jesi@hotmail.it

All’accesso di ogni bene sarà richiesto un contributo libero a sostegno dell’attività della Fondazione. Per gli iscritti FAI e per chi si iscriverà per la prima volta durante l’evento – a questi ultimi sarà dedicata eccezionalmente la quota agevolata di 29 euro anziché 39 – saranno riservate aperture straordinarie, accessi prioritari, attività ed eventi speciali in molte città. La quota agevolata varrà anche per chi si iscriverà per la prima volta tramite il sito www.fondoambiente.it durante tutto il mese di ottobre.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.