Hamid morto per asfissia. A Cupramontana indetto lutto cittadino

Foto Ballarini

CUPRAMONTANA – Avrebbe soffocato il figlioletto di 5 anni tappandogli naso e bocca con le mani fino a provocargli la morte. Questa l’ipotesi più probabile al vaglio degli inquirenti a seguito dell’autopsia del medico legale sul corpo di Hamid Imeri, il bimbo di 5 anni che il padre Besart ha ammesso di avere ucciso, senza saperne spiegare il perché, a Cupramontana venerdì scorso. Sul corpo, infatti, non sarebbero stati rilevati segni evidenti esterni di violenza.

L’esame autoptico eseguito dal medico legale Mauro Pesaresi non ha sciolto però tutti i dubbi: restano da verificare alcuni punti del racconto di Besart. E il medico legale non esclude neanche l’ipotesi di eventuali patologie come concausa di morte. Per questo anche oggi sono stati eseguiti approfondimenti sugli esami istologici, alla presenza del perito della difesa Raffaello Sanchioni. La Procura di Ancona procede per omicidio volontario aggravato. “Non ero io, ero posseduto da una forza sovrannaturale” è stata l’unica spiegazione del padre data al gip Carlo Cimini, al pm Valentina Bavai e ai carabinieri e al suo difensore, avv. Raffaele Sebastianelli.

Besart avrebbe ucciso Hamid appena saliti in auto per una passeggiata.

Besart Imeri, 27 anni, disoccupato, soffriva di depressione:  negli ultimi tempi, dopo aver perso il lavoro da saldatore, appariva giù di tono e soggetto a sbalzi d’umore. Sembra che però aveva trovato rifugio e conforto, oltre che nelle visite psichiatriche, anche nella religione: quasi ogni giorno postava su Fb scritti religiosi, messaggi di amore per Allah e prediche di imam.

Sono ora al vaglio degli inquirenti i tanti profili Facebook aperti, di cui uno dedicato proprio ad Hamid e due sulla propria profonda fede islamica.

Intanto il sindaco di Cupramontana Luigi Cerioni ha indetto il lutto cittadino per la giornata di venerdì 12 gennaio “visto che l’intera comunità cittadina è stata profondamente e dolorosamente colpita da questa tragedia” e “tenuto conto che l’Amministrazione Comunale, per ricordare Hamid, intende manifestare la propria partecipazione al lutto con un momento di raccoglimento”.

Per l’occasione, invita tutti i cittadini, le istituzioni pubbliche, le organizzazioni sociali, culturali, produttive ed i titolari di attività private di ogni genere a manifestare il proprio cordoglio, con un momento di raccoglimento, mediante la sospensione, per un minuto, delle attività, dalle ore 12,00 di venerdì prossimo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.