Festa delle Casette, anche i “Tre Teneroni” nel quartiere storico di Moie

MOIE – Come ogni 10 agosto, nella notte di San Lorenzo, si festeggia anche quest’anno la tradizionale Festa delle Casette, arrivata alla sua tredicesima edizione. La festa paesana ricorda le origini del quartiere storico di Moie. “I primi moiaroli hanno costruito qui le loro case, a ridosso dei campi che coltivavano dall’altra parte del fiume – ha raccontato Anna Guerro, una delle organizzatrici dell’evento – Inizialmente erano capanne, poi sono diventate case e così anche negozi e attività: c’erano il ferramenta, la macelleria, l’arrotino, il calzolaio, il forno a legna.

La strada e la piazzetta erano il teatro di gioco dei ragazzini”. Ora quei ragazzini sono cresciuti e il quartiere è diventato negli anni il luogo della memoria storica del paese e il ritrovo di amici storici, ma anche di nuovi arrivati. Alle 19:30 in piazza Santa Maria si sono aperti i festeggiamenti con l’ “aperitivo delle casette“, per poi proseguire la cena con i piatti preparati dai volontari, coordinati dal comitato organizzatore dell’evento. Durante la serata anche spettacoli divertenti come quello dei “Tre teneroni” interpretati da Sandro Grizi, Ubaldo Brutti e Paolo Serpentini che hanno “magistralmente” cantato il “Nessun dorma”. In chiusura di serata la “Lotteria delle Casette” che ha assegnato i premi donati dai vari commercianti di Moie ai vincitori.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.