Sanità, la Cgil avverte: “Turnisti con straordinari non pagati”

ANCONA – Botta e risposta tra Asur e sindacati che tornano a parlare di turnisti e tagli al fondo contrattuale dello straordinario. La F.P. CGIL dell’Area Vasta 2 fa sapere che “Il fondo contrattuale dello straordinario dell’Area Vasta 2 era a posto, e lo è stato fino al momento in cui non sono arrivati gli attuali vertici Asur. Era a posto grazie all’Esposto alla Corte dei Conti ed alla Guardia di Finanza depositato in data 24 aprile 2013 da parte della RSU dell’Area Vasta 2 ed OO.SS., su iniziativa promossa e condotta dalla C.G.I.L. dell’Area Vasta 2. Esposto che andò a buon fine, determinando il momentaneo commissariamento della Contrattazione dell’Area Vasta 2, e successiva conclusione, in data 16 maggio 2013, presso l’Assessorato alla Salute della Regione Marche, di un Accordo dell’Area Vasta 2 attraverso il quale vennero interamente restituiti ai lavoratori ed alle lavoratrici dell’Area Vasta 2 ben 1.500.000,00 euro, presi dalle risorse dell’ASUR, in quanto era stato irregolarmente sottratto dall’allora Direttore Generale dell’ASUR, nonché Direttore facente-funzione dell’Area Vasta 2, un pari importo in residui pregressi dei fondi contrattuali dell’Area Vasta 2, anni dal 2007 al 2011, messi a Bilancio (danno erariale) per sanare lo splafonamento del fondo contrattuale dello straordinario”.

Il sindacato continua: “Molti turnisti (popolazione di dipendenti più numerosa dell’Area del Comparto), peggio ancora se precari, sono costretti a saltare i riposi e le ferie per sopperire alle tante assenze, a vario titolo riscontrate – a proposito, dove sarebbero tutte queste famose assunzioni, così tanto decantate da chissà quanto tempo? dentro i Reparti di sicuro non si vedono! – senza che venga loro garantita l’autorizzazione e la monetizzazione del lavoro straordinario”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.