Matt Cancelleria

Vigili del fuoco, celebrazioni per Santa Barbara

ANCONA – Il 4 dicembre ricorre la festività di Santa Barbara, Patrona dei Vigili del Fuoco e come ogni anno tutti i Vigili del Comando Provinciale di Ancona, con in testa il nuovo Comandante, ing. Michele Zappia, festeggiano la loro Patrona insieme ai colleghi dell’Associazione Nazionale VVF, i familiari, i Vigili del Fuoco volontari.

Il programma prevede alle ore 9 la deposizione delle corone d’alloro presso la lapide commemorativa dei Vigili caduti in servizio nella sede del Comando Provinciale.

Alle ore 10.30 presso la chiesa di San Paolo Apostolo di Vallemiano Santa Messa da parte di S.E. Mons. Angelo Spina, Arcivescovo di Ancona-Osimo.

A seguire la relazione del Comandante Provinciale agli intervenuti l’attività svolta nell’anno trascorso. Attività che ha messo a dura prova tutte le componenti del Comando, che hanno dato una immediata quanto efficace risposta alle richieste di soccorso pervenute dai cittadini con il coraggio, l’abnegazione e la professionalità che sempre contraddistingue la nostra azione.

L’attività di soccorso è stata espletata con l’effettuazione, in tutto il territorio provinciale, di oltre 10.000 interventi dei quali spicca il rilevante numero di oltre 2.800 solo per verifiche di stabilità a causa degli eventi sismici che hanno duramente colpito l’Italia Centrale.

Proprio a causa del sisma, che ha colpito marginalmente la provincia di Ancona, i Vigili del Fuoco hanno contribuito significativamente al dispositivo di soccorso predisposto dal ministero dell’Interno a favore della popolazione fino alla fine dell’estate scorsa. In particolare si segnala:

–  La gestione direttiva e logistica del campo base di Arquata del Tronto (AP);

–     la partecipazione ai GTS (gruppi tecnici di supporto) per la riduzione delle zone rosse, il ripristino dei servizi pubblici essenziali e della viabilità principale;

–     la partecipazione ai NIS (Nuclei di interventi speciali) per la progettazione e attuazione delle opere provvisionali;

–     la demolizione e/o messa in sicurezza degli edifici che insistevano sulle strade principali o sulle aree interessate alla realizzazione delle SAE (soluzioni abitative di emergenza) mediante l’impiego dei mezzi dei GOS (gruppi operativi speciali);

–     la messa in sicurezza dei beni architettonici e recupero delle opere d’arte in essi contenuti; di particolare rilievo il recupero delle opere presenti nella Collegiata di Monte San Vito in collaborazione con il Nucleo Tutela Patrimonio Culturale dei Carabinieri;

–     il soccorso alle persone ed al bestiame in occasione delle forti precipitazioni nevose verificatesi a gennaio scorso mediante l’evacuazione di frazioni rimaste isolate nell’appennino ascolano;

–     realizzazione della rampa di accesso al centro storico di Arquata del Tronto e recupero dei documenti nell’archivio comunale.

Ma i Vigili del Fuoco oltre che svolgere attività di soccorso effettuano anche attività di controllo di prevenzione incendi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.