Don Gianni lascia la parrocchia di Pianello Vallesina | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Don Gianni lascia la parrocchia di Pianello Vallesina

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
Foto: Chiara Cascio. La citazione del nome dell’autore è obbligatoria per legge in qualsiasi utilizzo delle immagini (art. 20 legge 633/41)

PIANELLO VALLESINA – Don Giandomenico Piersimoni, parroco di San Benedetto Abate, dopo diciassette anni di missione pastorale svolta a Pianello Vallesina, lascia la parrocchia per svolgere un altro ministero a Jesi. La fatica delle reggenza della parrocchia, mista a problemi di salute, lo hanno indotto a questa scelta.

Don Gianni saluterà ufficialmente i suoi parrocchiani Domenica 6 Settembre durante la Santa Messa delle ore 11.15.

Nel corso dei diciassette anni trascorsi nella comunità parrocchiale di Pianello Vallesina, don Gianni si è dedicato con passione alla educazione e formazione dei ragazzi, dei giovani. In particolare, si è impegnato nella realizzazione delle attività degli Scout coinvolgendo un grande numero di ragazzi e facendo crescere nei giovani la consapevolezza del valore e della bellezza della vita, il rispetto delle persone, della solidarietà, della fratellanza.

Persona mite e riservata, si è adoperato per realizzare una convivenza sociale rispettosa e serena, grazie anche al supporto datogli, oltre che dagli Scout, anche dai giovani animatori parrocchiani.

“L’augurio della comunità parrocchiale di Pianello Vallesina è che don Gianni possa serenamente continuare la sua missione pastorale continuando a rendere il proprio servizio a Jesi e gli rivolgiamo, con affetto e gratitudine, il nostro sentito grazie per il ministero sacerdotale svolto in questi diciassette anni nella nostra parrocchia – fa sapere l’assessorato alla Cultura del Comune di  Monte Roberto – Auguri Don Gianni, buona accoglienza e permanenza nella nuova comunità. Di lei ciascun parrocchiano conserverà un ricordo tutto suo, particolare, unico, personale, perché ognuno di noi lo ha vissuto a modo suo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.