Maiolati, misure per il rilancio del centro storico e di Scisciano | Password Magazine
Festival Pergolesi

Maiolati, misure per il rilancio del centro storico e di Scisciano

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MAIOLATI SPONTINI –  L’Amministrazione comunale ha messo in campo una serie di misure, incentivi economici e interventi di recupero, per il rilancio di Maiolati Spontini capoluogo e Scisciano. Dopo la creazione del polo culturale “eFFeMMe23” bibliotecaLa Fornacee l’inaugurazione della scuola d’eccellenza a Moie, la nuova sfida dell’Amministrazione Carbini è far rivivere i due piccoli centri collinari, grazie a un importante piano di contributi e agevolazioni.

I provvedimenti previsti e approvati dal Consiglio comunale rappresentano la conclusione di un percorso partito con l’iniziativa dei questionari distribuiti, la scorsa primavera, alle famiglie per avere idee e suggerimenti per invertire la tendenza dello spopolamento del centro collinare e della frazione di Scisciano. A decidere l’originale iniziativa, volta a favorire la partecipazione diretta e la libertà di espressione dei cittadini, era stata un’apposita commissione consiliare voluta dal sindaco Giancarlo Carbini. Sono state numerose le risposte ai questionari, soprattutto a Maiolati Spontini capoluogo e Scisciano.

Le novità sono state illustrate martedì 8 gennaio presso la Sala Celeste dell’Accademia musicale Gaspare Spontini (ex Casa delle Fanciulle), in piazza Garibaldi, nel centro storico di Maiolati Spontini. Alla presentazione del progetto sono intervenuti il sindaco Giancarlo Carbini, il vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici e al Bilancio Umberto Domizioli, l’assessore alle Attività economiche Fabrizio Mancini, alla Cultura Sandro Grizi, alla Pubblica istruzione Silvia Badiali e al Patrimonio Marco Grizi.

“L’obiettivo – ha spiegato il sindaco Carbini – di favorire il rilancio di Maiolati Spontini capoluogo e Scisciano, e il recupero dei relativi centri storici, sarà favorito da un ricco e variegato pacchetto di interventi. Le misure prevedono, anzitutto, incentivi sia per l’acquisto che per la costruzione di appartamenti finalizzati alla residenza di nuovi nuclei familiari. Ma non solo. Per recuperare il decoro dei centri storici, incentiviamo gli interventi che eliminino le superfetazioni sugli edifici, affinché i proprietari intervengano sul recupero delle facciate. Altri contributi sono volti a favorire una politica di promozione dello sviluppo economico locale, ad incentivare l’occupazione, a promuovere lo sviluppo e la diffusione di fonti energetiche rinnovabili, ma anche a favorire processi di ammodernamento delle imprese esistenti e a sensibilizzare gli esercizi commerciali alla riduzione dei rifiuti. Per questo, sono previsti contributi economici agli esercizi commerciali per l’installazione di distributori di prodotti sfusi”.

Ecco, più nel dettaglio, gli incentivi economici (parte dei quali validi anche per tutto il territorio del Comune).

 Contributi per l’acquisto di appartamenti a Maiolati Spontini capoluogo e Scisciano.

Il contributo base è stabilito in 5.000 euro ad appartamento. Somma che sale ad 8.000 euro se l’appartamento è destinato a residenza di una giovane coppia, a 10.000 se è situato nelle aree perimetrali dal P.P.C.S. (Piano Particolareggiato Centro Storico) ed è destinato a residenza di una giovane coppia, a 12.000 se l’appartamento è destinato a residenza di una giovane coppia con almeno un figlio in età minore, e ancora, fino a 15.000 euro se l’appartamento ha insieme le caratteristiche di essere situato nelle aree perimetrale dal P.P.C.S. ed essere destinato a residenza di una giovane coppia con almeno un figlio in età minore. Per giovane coppia si intende formata o di prossima formazione.  E’ coppia formata quella in cui i coniugi abbiano contratto matrimonio alla data di pubblicazione del bando e non siano legalmente separati. E’ coppia di prossima formazione quella in cui i futuri coniugi contraggano matrimonio entro e non oltre un anno dalla data di acquisto dell’alloggio e comunque entro la data di erogazione del contributo. E’ “giovane coppia” quella in cui almeno uno dei coniugi o futuri coniugi non abbia compiuto 40 anni.

 Contributi per gli interventi di recupero delle facciate nei centri storici di Maiolati Spontini, Moie e Scisciano.

Il contributo è commisurato in base a diverse situazioni. CASO A, al 20% dell’importo della spesa ammessa (**) con un massimo del contributo medesimo di 10.000 euro per unità abitativa; CASO B, al 30% dell’importo della spesa ammessa (**) con un massimo di 30.000 euro per immobile quando  l’intervento sia relativo all’intero immobile, costituito anche da più unità abitative, purché sia presentato un progetto unitario. Per interventi ricadenti a Maiolati Spontini capoluogo e Scisciano nel caso in cui il richiedente sia residente nell’unità abitativa oggetto della richiesta di contributo; oppure dimostri che quella unità abitativa è regolarmente locata ad un nucleo familiare ivi residente; oppure dichiari l’intenzione di volerla locare alla fine dei lavori ad un nuovo nucleo familiare; si impegni a mantenere la residenza per tre anni successivi alla data di erogazione del contributo. Il contributo sarà pari: CASO A al 25% dell’importo della spesa ammessa (**) ad esclusione di quanto di seguito previsto; al 50% dell’importo della spesa ammessa (**) per interventi su canali e pluviali, infissi, sistemazione delle eventuali canalizzazioni dei servizi elettrici, telefonici e televisivi, sistemazione delle singole antenne private, tradizionali e paraboliche, contatori e reti tecnologiche con un massimo del contributo medesimo di € 5.000,00 per unità abitativa. CASO B al 35% dell’importo della spesa ammessa (**) ad esclusione di quanto di seguito previsto; al 50% dell’importo della spesa ammessa (**) per gli interventi di cui al CASO A con un massimo del contributo medesimo di € 5.000,00 per unità abitativa. Tale importo, inoltre, sarà maggiorato di 5.000 euro per ogni unità abitativa che rispetta i requisiti di cui sopra.

 

Contributi a sostegno delle piccole imprese nei settori commerciali e artigianali.

L’entità del contributo riconoscibile è pari al 20% dell’ammontare delle spese finanziabili ammesse al netto dell’Iva. La percentuale su cui calcolare il contributo è elevata al 30% per: a) le imprese di nuova costituzione. Si intendono imprese di “Nuova costituzione” le imprese che hanno ottenuto l’iscrizione al registro delle imprese alla data della domanda di ammissione al contributo. Alla costituzione di nuove imprese viene equiparato l’acquisto d’azienda o di ramo d’azienda e la prosecuzione dell’attività mortis causa da parte di uno o più eredi. L’equiparazione è esclusa nel caso in cui la nuova azienda risulti dalla cessione di azienda da genitori in figlio, qualora sia prevista, a qualunque titolo, la partecipazione del cedente, nonché le nuove aziende che derivino da trasformazione, variazione o modifica della compagine sociale o della natura giuridica. b) le imprese il cui titolare o almeno la metà dei soci, (per es. due soci almeno uno) abbiano un’età non superiore a 35 anni. c) le imprese il cui titolare o almeno uno dei soci sia donna. La percentuale su cui calcolare il contributo è elevata al 50% per le imprese operanti nel centro abitato di Maiolati Spontini (Capoluogo) e frazione Scisciano. Il contributo massimo erogabile, compatibilmente con la disponibilità del fondo, non potrà comunque essere superiore a 15.000 euro, per soggetto beneficiario, per interventi ricadenti nel centro abitato di Maiolati Spontini capoluogo e centro abitato Scisciano, elevabili fino a € 25.000,00 per il centro abitato di Scisciano qualora l’intervento sia finalizzato all’esercizio del commercio al dettaglio in sede fissa di prodotti alimentari e/o all’esercizio della somministrazione di alimenti e bevande. Per interventi ricadenti nel restante territorio comunale (Moie e Scorcellettti) l’importo massimo, per soggetto beneficiario, non potrà essere superiore a 10.000 euro.

 Interventi straordinari per l’anno 2013 a sostegno dell’occupazione.

Il contributo, per ogni caso di assunzione a tempo pieno o comunque per almeno un anno è di 5.000 euro una tantum. Il contributo è di 7.000 euro una tantum, per le assunzioni delle persone disabili (cosi come definite dalla legge 12/03/1999 n. 68 – norme per il diritto al lavoro dei disabili) effettuate, in aggiunta alla quota obbligatoria per legge, senza fruizioni di agevolazioni fiscali o contributi specifici.  Riduzione proporzionale per assunzioni a tempo parziale.

 Agevolazioni per la costruzione di appartamenti a Maiolati Spontini capoluogo e Scisciano

L’importo dell’agevolazione è stabilito nell’esonero del pagamento degli oneri di urbanizzazione secondaria e del costo di costruzione. Per la concessione dell’agevolazione è necessario  portare a termine la costruzione dell’edificio nei tempi indicati dal D.P.R. 380/2001 (inizio lavori entro un anno dal rilascio del permesso a costruire. Fine lavori entro tre anni dall’inizio.

 Contributi per la realizzazione di impianti solari termici per la produzione di calore e/o impianti fotovoltaici per la produzione dell’energia energia elettrica

Impianto fotovoltaico

Fino ad un massimo di € 3.000 ad impianto. In modo da rendere il finanziamento cumulabile con gli incentivi dello Stato. Per impianti solari termici o fotovoltaici aderenti o integrati nei tetti degli edifici e con potenza non superiore ai 20 kW.

Tale importo non può essere superiore per non perdere i diritti ai contributi dello Stato.

Impianto solare-termico

Fino a € 500 per impianto, con aggiunta di € 400 per ogni ulteriore unità immobiliare servita oltre la prima.

 

“Comprare sfuso” – contributi per esercizi commerciali per installare distributori di prodotti alimentari e non alimentari sfusi. Contributo pari al 50% della spesa fino a un massimo 2.000 euro.

Per maggiori dettagli circa le modalità di erogazione dei contributi suddetti si rimanda ai relativi Regolamenti disponibili sul sito del Comune www.comune.maiolatispontini.an.it

Di seguito, una simulazione del massimo dei contributi a fondo perduto per una giovane famiglia a Maiolati Spontini capoluogo (o Scisciano)

 

Contributi a fondo perduto per una giovane famiglia a Maiolati Spontini capoluogo (o Scisciano)
Acquista un’abitazione nel Centro Storico 15.000,00
Ristruttura l’edificio (facciata, balconi, infissi, canalizzazioni, antenne, ecc.) 35.000,00
Monta pannelli fotovoltaici   3.000,00(*)
Monta impianto solare termico      500,00
 53.500,00
(*) In aggiunta al contributo dello Stato. 
Apre un’attività commerciale o artigianale 15.000,00(**)
Assume un dipendente   5.000,00
 20.000,00
(**) 25.000,00 per negozio alimentari o somministrazione alimenti e bevande a Scisciano.
CONTRIBUTO TOTALE 73.500,00

(**) Scisciano

 83.500,00

 

L’Amministrazione ha stanziato, per il 2013, 100 mila euro “ma sarà per noi un motivo di massima soddisfazione – ha spiegato l’assessore al Bilancio Domizioli – poter fare una variazione di bilancio per integrare il capitolo di spesa”. Dal 2005, quando si è insediata la prima giunta Carbini, il Comune ha erogato circa 550 mila euro di contributi vari, da quelli per il recupero delle facciate nei centri storici, al sostegno delle picolle imprese, all’installazione di impianti fotovoltaici e termici.

Il sindaco ha annunciato anche l’intenzione di coinvolgere gli altri centri della Vallesina affinchè promuovano iniziative simili, sempre volte a invertire la tendenza allo spopolamento dei piccoli centri collinari, in modo da “avere una regia comune e non muoversi come isole, bensì come un arcipelago”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.