4,7 milioni per rinnovare luci e fibra ottica, il servizio in capo alla JesiServizi

JESI –  Affidato alla società partecipata JesiServizi il servizio di gestione, manutenzione e riqualificazione energetica della pubblica illuminazione. La pratica di concessione in house è stata approvata durante lo scorso con  13 voti a favore e 6 astenuti (PD e Jesi in Comune). «L’affidamento a JesiServizi permetterà di cristallizzare i costi per circa 20 anni – ha spiegato il dirigente dell’Area Servizi Tecnici Arch. Francesca Sorbatti – Una spesa complessiva che si aggira intorno ai 106 euro a punto luce».

Con un investimento di circa 4,7 milioni, la partecipata potrà procedere a sostituire progressivamente tutti gli 8 mila punti luce esistenti in città e si implementerà l’intera rete con la fibra per predisporre i servizi di videosorveglianza e di wi-fi.

In particolare, l’analisi economico e finanziaria ha evidenziato che l’ipotesi di affidamento in house (in particolare a JesiServizi) risulta economicamente sostenibile e vantaggiosa per l’ente, al contrario di quelle tramite un affidamento in convenzione Consip o in project financing, mettendo pertanto il  Consiglio comunale nelle condizioni di avere tutte le valutazioni necessarie per decidere in merito.

Sarà così possibile l’adeguamento normativo, il completamento dell’efficientamento della rete e l’introduzione di tecnologie per la Smart City con un risparmio energetico previsto almeno del 20%. Il Comune, almeno in fase iniziale, manterrà il controllo tecnico della progettazione che passerà poi nelle mani di JesiServizi incaricata di effettuare i lavori attraverso procedure di gara. Perplessità da PD e Jesi in Comune che avevano chiesto di poter rinviare la pratica: «Sempre più funzioni a JesiServizi, la partecipata sta diventando qualcosa di diverso».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*