800 imprenditori e artigiani Cgia alla volta di Roma: "Senza impresa non c'è Italia" | Password Magazine
Festival Pergolesi

800 imprenditori e artigiani Cgia alla volta di Roma: "Senza impresa non c'è Italia"

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

ROMA – Artigiani e commercianti in piazza, con le cinque associazioni che aderiscono a Rete Imprese Italia, per la prima volta insieme per una manifestazione, a Roma. “Siamo 60mila, arrivati da tutt’Italia”, stima l’organizzazione. “Senza impresa non c’è l’Italia. Riprendiamoci il futuro”, è lo slogan: “Vogliamo che il 2014 diventi l’anno di svolta”

Circa 800 gli  imprenditori della Confartigianato provinciale di Ancona alla volta di Roma per prendere parte al giorno della rabbia delle imprese.

“Basta, non ne possiamo più come imprenditori e come cittadini”. E’ l’allarme che il leader di Confartigianato, Giorgio Merletti, lancia dal palco della manifestazione di Rete Imprese. “Ci devono tenere in considerazione”, ha sottolineato, rivolgendosi poi al futuro premier: “Matteo stai preoccupato. Abbassa le tasse”. Il suo intervento ha scaldato la piazza con toni caldi. “Non ne possiamo più, ci hanno rotto i coglioni”. Nell’intervento è stato ripetuto anche qualche “vaffa…

“I nostri imprenditori hanno aderito da tutta la provincia di Ancona con rabbia e orgoglio – hanno dichiarato il Presidente e il Segretario Provinciale Confartigianato Valdimiro Belvederesi e Giorgio Cataldi. “Con rabbia, perché ogni giorno assistono all’indifferenza della politica mentre le imprese continuano a chiudere; con orgoglio, perché sono consapevoli del ruolo essenziale che svolgono per la tenuta del sistema produttivo locale. Vogliamo continuare a lavorare. Ma vogliamo lavorare meglio, a condizioni eque.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.