Voce al grande Jazz al Circolo cittadino

JESI – Prende il via il 15 maggio – e per i due venerdì successivi – Springin’ Jazz, progetto che vuole essere un contenitore musicale creato su misura per gli appassionati del Jazz di qualità, che ha come cuore la collaborazione con musicisti professionisti del territorio, ma che ospiterà anche artisti da tutta Italia.

Con Springin’ Jazz, infatti, si è voluto giocare con la parola Spring, perché sarà una rassegna di primavera, ma al tempo stesso richiamare il significato letterale di springing: sgorgare, liberare.

E questa rassegna vuole far uscire il Jazz dai circoli di nicchia in cui è spesso relegato nel nostro territorio, riportandolo in un luogo che avrà le caratteristiche del suo ambiente originario, con l’atmosfera di un Jazz Club: luci soffuse, piccoli tavoli, servizio in sala.

Uno spazio dedicato e incentrato sulla musica dal vivo, accolto e allestito nella sala degli eventi del Circolo Cittadino, la Sala del Lampadario, che da due anni ha ripreso una nuova vita, con un calendario denso di manifestazioni, eventi, serate di richiamo per tutta la regione.

La consigliera Carla Saveri, con delega agli eventi, sottolinea“ Il Circolo è uno spazio che si è aperto alla città, che vuole accogliere anche un pubblico non socio e più giovane, il quale possa attraverso la partecipazione a varie iniziative, contribuire al sostentamento della struttura, che è un vero patrimonio per Jesi”.

La rassegna si svolgerà nelle tre serate del 15 e 22 maggio e 12 giugno, con la presentazione di tre album inediti di altrettanti artisti: nella prima serata sarà la volta di “Walking on my way”, ultimo lavoro del talento emergente Antonino de Luca (già ospite al Circolo nella serata “Sulle note del Tango” lo scorso aprile), affiancato stavolta da professionisti del calibro di Gabriele Pesaresi e Luca Pecchia.

Si prosegue il 22 maggio col Trio di Enrico Zanisi, ensemble completata da Joe Rehmer e Alessandro Paternesi, che presentano il loro “Keywords”, per finire il 12 giugno con l’album “Indian Summer” del trombettista jesino Giacomo Uncini, che si esibirà assieme a Massimo Manzi, Ludovico Carmenati e Carlo Petruzzelis.

La rassegna propone un jazz contemporaneo, tenendo da parte i classici repertori dello standard e dello swing.

Ingresso 10,00 euro, per i soci del Circolo Cittadino 8,00 euro, per gli allievi delle scuola musicale Opus 1 e della scuola musicale G.B. Pergolesi 7,00 euro.

 

La direzione artistica è a cura di Elisabetta Landi e Ludovico Carmenati.

Un ringraziamento particolare alla collaborazione del trombettista Giacomo Uncini e del chitarrista Stefano Coppari, direttore della scuola musicale Opus 1.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*