A Jesi è “Pasqua per il corso”: tipicità, prodotti bio e mercatino della creatività

JESI – Tipicità, prodotti bio, il meglio del “made in” Marche e della creatività artigiana a “Pasqua per il corso”, la mostra mercato che si terrà il 15, il 16 e il 17 aprile a Jesi da mattina a sera. Una iniziativa della Confartigianato Imprese Ancona – Pesaro Urbino con il patrocinio del Comune e la collaborazione della associazione Ape & Co.

Gli espositori provenienti dalla Vallesina e da tutta la regione saranno posizionati in Corso Matteotti per proporre una ricca rassegna di prodotti artigianali e sapori della tradizione. Tra gli stand le tipicità enogastronomiche della nostra terra. Ci sarà anche un punto biologico con prodotti naturali per la cura del proprio benessere. E poi tantissime creazioni uniche, frutto di estro e di ingegno, all’interno della mostra mercato dell’artigianato, un campionario della manualità e dell’artigianalità del territorio, con articoli di pelletteria e abbigliamento, ricamo, cappelli, e ancora ceramiche e decorazioni, e tanto altro.

Confartigianato valorizza e difende il capitale culturale, economico e sociale rappresentato dalle produzioni tipiche e tradizionali dell’artigianato agro-alimentare del territorio – dichiara Giuseppe Carancini Segretario Confartigianato Jesi – così come promuove la valorizzazione e la commercializzazione dell’artigianato artistico e della manifattura di qualità, espressione del made in Italy, la sua “artigenialità”, che corrisponde ai valori  di eccellenza, personalizzazione, tracciabilità e identità. Il prodotto artigiano, infatti, sia esso un vino pregiato o un manufatto artistico, in ogni sua forma, è figlio della terra che lo produce e delle micro e piccole imprese che vi lavorano.

Con iniziative come Pasqua per il corso inoltre – conclude Carancini – la Confartigianato da tempo è attiva e si adopera per creare, di concerto e grazie alla collaborazione dell’Amministrazione comunale e di tutti gli operatori e le imprese coinvolte, iniziative di qualità capaci di richiamare presenze in città e nel suo centro storico.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*