A La Fornace, una mostra per gli ottant'anni della Società di Calcio di Moie | Password Magazine
Festival Pergolesi

A La Fornace, una mostra per gli ottant’anni della Società di Calcio di Moie

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MOIE – Nel 1933 nasceva a Moie la prima società di calcio di cui si ha notizia. Probabilmente un gruppo di atleti già da diversi anni si dilettava nel gioco del calcio.

Allora Moie si presentava come un agglomerato di poche case lungo la Statale 76 Val d’Esino. Si stavano consolidando le tante piccole attività artigianali e un nucleo abitativo vivace di moiaroli autentici. Di Moie si cominciò a parlare nella Vallesina, in seguito nell’intero territorio regionale, per le prestazioni di 11 baldi giovanotti che sul verde campo di calcio posto negli odierni giardini pubblici Largo A. Moro rincorrevano e malmenavano un pallone di vero cuoio, con cuciture a vista e laccio che, se impattava la fronte, lasciava segni indelebili. L’entusiasmo per i colori rossoblù era dilagante, la squadra di calcio rappresentava l’orgoglio moiarolo come si comprende sfogliando le pagine dei quotidiani dell’epoca, che mettono in risalto la vera passione che regnava nei sostenitori e nella comunità.

Tutti si adoperavano nel portare aiuto alla squadra e tutti cooperavano in maniera disinteressata per il bene dello sport e soprattutto del calcio di un piccolo centro che si misurava con squadre di capoluoghi di provincia. Tra alterne vicende, nel corso della sua pluridecennale storia, il calcio a Moie è riuscito a raggiungere le massime ribalte del calcio regionale, affrontando quei campionati competitivi che i meno giovani ancor oggi ricordano con fiero orgoglio e un po’ di rimpianto. Moie nel corso degli anni è diventata una cittadina moderna, che si è arricchita anche di altre importanti realtà sportive, ma la squadra di calcio seppur tra varie vicissitudini è rimasta nei cuori di molti sostenitori moiaroli. Il vecchio campo sportivo è stato sostituito dal nuovo stadio intitolato alla memoria di “Mauro Pierucci”, uno dei giocatori rossoblù più amati. Recentemente una nuova società presieduta da Roberto Possanzini tenta, con rinnovato entusiasmo, di riportare i colori rossoblù a livelli più consoni, in linea con la tradizione calcistica moiarola. La Mostra è stata ideata e organizzata da Daniele Guerro, appassionato di sport e in particolare della gloriosa squadra locale di calcio. Si è dedicato alla ricerca del materiale fotografico che ripercorre la lunga storia dell’associazione calcistica di Moie. Le foto sono collocate cronologicamente dalla fine degli anni Trenta agli anni Novanta. La mostra si terrà da sabato 25 gennaio sino a lunedì 3 febbraio presso la Biblioteca La Fornace di Moie (orario della Biblioteca) . Guerro esprime un ringraziamento a tutti coloro che hanno reso possibile questa mostra, prestando il materiale fotografico, in particolare ringrazia Gianluca Ubertini e la ditta di Moie R.C. International.

Comunicato da: Daniele Guerro

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.