A Moie, parte la rassegna sulla questione di genere | Password Magazine
Festival Pergolesi

A Moie,una rassegna sulla questione di genere

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

 

Parte oggi la rassegna dal titolo “La centralità della questione di genere. Riflessioni sul genere umano”, in programma alla biblioteca La Fornace di Moie e organizzata dall’Amministrazione comunale di Maiolati Spontini, in collaborazione con le Commissioni Pari opportunità della Provincia e della Regione.

Un’occasione per iniziare a parlare di genere anche nel territorio, attraverso una forma di politica che fa cultura, che contribuisce a cambiare stil di vita, in una società in cui lo sfruttamento del corpo, in particolare quello femminile, attraversa tutti i settori.

Quattro gli appuntamenti in programma: quello di stasera, a partire dalle ore 21,00, sarà incentrato sul tema “Quello che le donne dicono”. La serata si aprirà con i saluti del sindaco Giancarlo Carbini. Interverranno Fabiano Piergigli, assessore ai Servizi sociali Comune Maiolati, e Anna Salvucci, presidente Commissione Pari Opportunità della Provincia di Ancona.

La rassegna proseguirà poi il 2 febbraio, con la proiezione del film “Uomini che odiano le donne”, tratto dall’omonimo romanzo di Stieg Larsson, il 17 febbraio, con il recital “Come Viola di mare” di Isabella Carloni, e il 2 marzo, con una tavola rotonda.

 

“In questo difficile momento di regressione culturale e sociale – spiega l’assessore ai Servizi sociali Fabiana Piergigli – ci è sembrato quanto mai necessario e opportuno predisporre un ordine del giorno sulla questione femminile. Nella nostra società rimane ancora molto forte lo squilibrio sociale ed economico di genere. Le donne sono oggetto di violenza, in famiglia e nella società. Il costo della crisi economica peso molto più sulle donne attraverso la disoccupazione o l’inoccupazione, la precarietà e le vessazioni sul lavoro. Siamo partiti dalla constatazione che le nostre madri e nonne hanno prodotto grandi cambiamenti sociali grazie al loro talento, dignità, come del giorno che l’Amministrazione non vuole far restare sulla carta ma trasformare in occasione di sensibilizzazione ma anche di promozione di azioni concrete. Da qui la rassegna sulla centralità delle questioni di genere.

 

 

 

 

La redazione

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.