A Piobbico la Settimana Rinascimentale

 

PIOBBICO – Settimana Rinascimentale a Piobbico, dal 16 al 19 agosto. Uno degli appuntamenti più attesi dell’estate ai piedi del Monte Nerone. Notti al Castello con rievocazioni e cortei storici, taverne aperte, spettacoli con il fuoco: tutto per rendere il post Ferragosto più suggestivo di sempre. Sabato il gran finale del 51° Palio dei Brancaleoni – Contesa della Pannocchia.

 

Ad arricchire il calendario di eventi, anche l’elezione di Miss Pannocchia: la miss più bella eletta tra le giovani bellezze dei quattro rioni di Piobbico.

 

Il via alla Settimana Rinascimentale è giovedì 16 agosto con la suggestiva Notte al Castello, dalle 21 alle 22.30 (gradita la prenotazione). Durante la visita animata si tornerà indietro nel tempo con una serata alla corte di Antonio II Brancaleoni per rivivere le atmosfere e le leggende che popolano il suntuoso Palazzo tra assalti armati, fantasmi e amori infelici. La Notte al Castello si ripeterà domenica 19, mentre il venerdì 17 l’apertura delle taverne con menu del tempo passato, l’investitura dei cavalieri, mercatini, animazioni, cartomante, spettacolo con il fuoco “Nemis” del mago Elam ed esibizione del Gruppo Storico Tamburini di Serra Sant’Antonio. Corteo storico sabato 18 ore 21, dalle 22 il momento clou con il gran finale del Palio dei Brancaleoni – Contesa della Pannocchia con giochi equestri e disfida tra i rioni, ma anche l’esibizione della Compagnia Balestrieri Waldum di Gualdo Tadino.

 

Due le novità 2018: la competizione tra rioni per la miglior pasta sfoglia e l’investitura dei cavalieri che verrà celebrata in modo diverso.

La miglior pasta all’uovo fatta a mano di Piobbico è del rione Castiglione. Per la prima volta nella storia del Palio dei Brancaleoni è stata inserita una gara tutta casalinga e al femminile: la gara “a tutta sfoglia”; una gara a tempo per impastare e stendere la sfoglia. A rappresentare, durante l’estate, e a far quindi vincere, il rione Castiglione sono state Giuseppina Meloni e Rosaria Aluigi. Tutte le 4 coppie in gara (una per rione) sono state giudicate dall’esperta della pasta all’uovo fatta a mano, la signora Enrica Rossi detta Enrichetta.

 

La tradizionale “Investitura dei Cavalieri”, momento storico in cui il Conte Antonio II insieme al Cappellano di Corte benedice i cavalli e i cavalieri per la buona riuscita della disputa, verrà celebrata venerdì 17 agosto direttamente al Palazzo Brancaleoni al termine della cena dei popolani nelle quattro taverne dei rioni. A differenza degli anni passati in cui era rievocata all’interno di Piazza Sant’Antonio completamente adornata per l’occasione. Sempre nel cortile di ingresso del Palazzo seguirà poi il “Giuramento di fedeltà o Patto di Sottomissione” del Conte Antonio II Brancaleoni al Duca Francesco Maria II della Rovere di Urbino festeggiato per l’occasione con un bellissimo spettacolo con il fuoco “Nemesis” del Mago Elam. Per la comunità di Piobbico tale giuramento aveva un’importanza decisiva in quanto la piccola casata dei Brancaleoni si sarebbe così assicurata, oltre ad un importante prestigio economico, anche la sicurezza di un’alleanza con la grande Casata di Urbino in caso di attacchi belligeri.

 

Ogni anno al Palio dei Brancaleoni – Contesa della Pannocchia vengono ospitate differenti casate storiche di paesi limitrofi. Apecchio con la sua “Corte degli Ubaldini” è il paese ospite per eccellenza; tuttavia quest’anno il corteo sarà arricchito anche della presenza di illustri esponenti della casata della Rovere di Fossombrone, nonché degli rinomati tamburini di Fermignano. Il loro compito sarà quello di incrementare un Corteo che oggi conta circa 250 figuranti, nonché quello di attrarre il pubblico lungo le vie del paese e all’interno dell’arena di gioco per godere di un allettante spettacolo.

 

«Il Palio è parte integrante dell’entusiasmo estivo della popolazione piobbichese. Per tutto il mese di luglio vengono, ogni anno, organizzati diversi tornei attinenti alle varie attività sportive presenti in loco (calcio, volley, tennis, bocce), oltre a diverse cacce al tesoro tra rioni (per grandi e per piccoli), al termine dei quali vengono accumulati punti importanti da sfruttare poi al Palio. Tutto questo grazie alla disponibilità e all’impegno di tutti i componenti della Proloco. Quest’anno è stata anche introdotta la gara di impasto e stesura della sfoglia tra le casalinghe più impavide dei rioni, una competizione che ha intrattenuto con grande successo la popolazione piobbichese» dichiara fiero Matteo Martinelli, presidente della Pro Loco di Piobbico.

«Con tutte queste innovazioni, tra ospiti, abiti, e spettacoli speriamo di riuscire a raccontare e rievocare al meglio la storia e le vicissitudini che nei secoli hanno caratterizzato l’antica casata Brancaleoni, vero e proprio pilastro della storia e tradizione di Piobbico. Quest’anno punto soprattutto a diffondere le prelibatezze culinarie dell’epoca da degustare nelle 4 differenti taverne allestite per l’occasione da ogni rione nella serata di venerdì 17 agosto» conclude Luca Martinelli, anch’esso presidente della Pro Loco di Piobbico.

Per prenotare visite al Castello Brancaleoni e posti in taverna: 339.6514753 – 333.7922408 – 0722.986225

Pagine Facebook: Proloco Piobbico | Palio dei Brancaleoni

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*