A scuola di magia con Simon Luca Barboni

JESI – Se pensate alla scuola di Hogwarts dove Harry Potter è diventato mago…ci siete vicini! A Jesi sta per accadere qualcosa di unico nel suo genere: sono aperte le iscrizioni ai corsi di magia!

… per farcelo raccontare abbiamo incontrato Simon Luca Barboni, classe’87 che ha fatto delle sue passioni, la giocoleria e la magia, una professione.
Simon Luca fonda con Mirco Bruzzesi la compagnia  L’Abile Teatro, portando in scena le piecès sul tema della magia e della vita da mago ” Mago per Svago” attualmente in tournée e ” Happy Mistake”, vincitore del bando GAME3 di Amat e Consorzio Marche Spettacolo, potendo vantare già produzioni e collaborazioni teatrali con LaGru Produzioni, Revolè acrobatica aerea e la compagnia El Grito, con cui si è esibito lo scorso 29 Dicembre al teatro di Maiolati Spontini.
Molti workshops sono in programma in gran parte della Regione per questo nuovo anno, a tema ” micro magia e magia da contatto”.
Simon Luca raccontaci del corso..
«Il corso inizierà indicativamente a fine gennaio: stiamo raccogliendo le adesioni fino ad un massimo di 12 posti, in fascia medio serale dalle 18 circa in base alle esigenze dei partecipanti, la lezione è della durata di 1 h e mezza, una volta a settimana per 2 mesi, quindi 8 lezioni.
L’obiettivo è quello di stimolare la creatività delle persone, vuole dare un apprendimento sul campo in modo diretto, in controtendenza con quello che è l’apprendimento più lacunoso che è quello on line, da autodidatti. Noi con i nostri corsi offriamo un’esperienza diretta, in cui si spiega l’apprendimento, la tecnica, la presentazione, lo svolgimento, fino a vedere come opera il mago, com’è vestito, i suoi costumi di scena.
Cercheremo di andare a stimolare e sviluppare le competenze tecniche e, più che l’attesa dell’effetto finale del prestigio del mago, far vedere come ci si arriva, lo svolgimento.
La magia ti aiuta a prendere sicurezza su quello che sai fare, ad acquisire una maggiore consapevolezza dell’io: a titolo personale, posso dire mi ha aiutato molto per la uscire dalla mia introversione. Inoltre è un metodo per rieducare il linguaggio corporeo: un mago può passare ore davanti allo specchio per esercitare piccolissimi movimenti che devono diventare assolutamente naturali e più veritieri possibili».
 A chi è rivolto il corso?
«Il corso è aperto ad un pubblico trasversale, dal giovane che ha già avuto esperienze con la didattica di magia sul web ( YouTube), al ragazzo che vuole conoscere qualcosa di nuovo per sorprendere gli amici o una ragazza. Mi piacerebbe che fossero coinvolti anche il signore o la signora che non hanno mai potuto coltivare un qualche hobby più creativo. Mi rivolgo al curioso e a chi in generale è ancora in grado di stupirsi!».
Quando hai iniziato?
«A 14 anni, un po’ per una sfida con me stesso, vedendo un giocoliere che viveva di fronte casa mia che utilizzava il  “diabolo”, tipico strumento della giocoleria composto da una clessidra un cordoncino e due bacchette».
Di cosa ti occupi oggi?
«Sono responsabile eventi al Kid’s Club srl, ma l’attività che ho più a cuore è quella di giocoliere mago».
Cosa ti affascina della magia?
«Il suo alone di mistero..la magia deve essere avvolta da questo, serve a proteggere i trucchi del mago. Se fossero svelati si perderebbe quel mistero e quel piacere da parte del pubblico…quindi direi che la magia vive sull’ignoranza degli spettatori e quando il trucco è rivelato o perde di interesse o se ne apprezza la grande tecnica».
Un film sulla magia che hai in mente?
«The Prestige. Non mi ha ispirato perché già conoscevo questo settore ma in quel film si vedono alcune cose che succedono nel mondo della magia».
Una tua riflessione?
«Beh, che insegnare resta un’esperienza bellissima, ho allievi che sono in giro in Italia in attività semi professionistiche ed è un motivo in più per proseguire e per crescere…nell’arte c’è sempre un momento di solitudine, in cui si deve riflettere se scendere o salire, basta non stare fermi!».
Non regalare una scatola da mago, ma un mago in Scatolab (c/o via Contuzzi 11, Jesi)!
Il costo del corso è di 100 euro, per 8 incontri incluso un mazzo di carte per le prime prove da mago. Per info Corsi, Eventi e Spettacoli: Simon Luca Barboni 339.700 3616 www.labileteatro.it .
A cura di Elisabetta Landi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*