Accoglienza rifugiati, GUS organizza tre giorni di eventi | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Accoglienza rifugiati, GUS organizza tre giorni di eventi

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Come ogni anno il Gruppo Umano Solidarietà (GUS) si sta dando da fare per celebrare il 20 giugno, la Giornata Mondiale del Rifugiato, appuntamento annuale voluto dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite che ha come obiettivo la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sulla condizione di questa particolare categoria di migranti. Per l’occasione sta organizzando una serie di eventi durante le serate del week-end da venerdì a domenica prossima: una tre giorni all’insegna della sensibilizzazione sul tema dei rifugiati, dell’integrazione e del dialogo tra culture in collaborazione con altre realtà del territorio quali la Caritas, la Moschea di Jesi, la Cooperativa Ritorno alla Terra, la Cooperativa Aesit e molte altre.

L’evento si svolgerà nell’area adiacente alla chiesa di San Giuseppe e si chiamerà “One World”. Il calendario propone uno spettacolo ogni sera: in apertura (venerdì alle 21:30) proietteremo il film “Io sto con la Sposa”, un film-documentario del 2014 in cui si ripercorre il viaggio di 5 richiedenti asilo siriani e palestinesi arrivati in Italia e diretti in Svezia. Il film sarà proiettato all’interno del teatro Il Piccolo di San Giuseppe. Per la serata di sabato, alle 22:00, vi sarà uno spettacolo musicale folcloristico realizzato dal maestro burkinabè Moumouni Dao e i suoi allievi, che si terrà nel piazzale antistante la chiesa. Domenica sera invece ci saranno una serie di letture sul tema del viaggio e delle migrazioni, sempre da realizzare all’interno del teatro Il Piccolo di San Giuseppe.

Sia il sabato che la domenica gli eventi appena descritti saranno arricchiti dall’allestimento di stand informativi da parte delle realtà del territorio sensibili ai temi trattati, da un torneo di calcio (presso il campetto parrocchiale) e da letture rivolte ai bambini al fine di sensibilizzarli verso queste tematiche.

Per sabato sera sarà poi organizzato un vero e proprio “melting pot” culturale promuovendo un incontro tra la comunità cristiana e quella musulmana di Jesi. Infatti il 20 giugno sarà da poco cominciato il Ramadan e stiamo dialogando attivamente con la comunità islamica Jesina affinché la preghiera del tramonto e il conseguente pasto siano realizzati sia all’interno dei locali della Caritas che all’esterno, utilizzando gli spazi del piazzale, la strada e il parcheggio per allestire una grande tavolata. Come cittadini in primis e come dipendenti del Gus crediamo molto nella realizzazione di questi eventi ed abbiamo la certezza che costituiscano un importante valore aggiunto alle politiche di integrazione ed inclusione sociale del comune di Jesi favorendo lo sviluppo di una cittadinanza attiva e responsabile con un forte senso di appartenenza alla comunità locale.

 

Comunicato da : GUS  Gruppo Umano Solidarietà (Progetto Sprar “Ancona Provincia d’Asilo” 2014-16 )

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.