Acquaroli: «Capodanno da vivere con responsabilità». | Password Magazine

Acquaroli: «Capodanno da vivere con responsabilità».

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

REGIONE – «Avrebbe dovuto essere un anno entusiasmante, indimenticabile e invece si è trasformato nell’anno più difficile per tutti. Il 2020 ci ha insegnato tanto ma soprattutto che nulla è mai scontato e che la normalità è un privilegio che andrebbe sempre apprezzato». Questi gli auguri del presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli: «Sarà un capodanno diverso ma non per questo meno intenso. Viviamolo con la speranza che presto tutto questo sarà un brutto ricordo, che potremo tornare ad abbracciarci, a stringerci le mani e a fare quello che più ci piaceva. Viviamolo con responsabilità e consapevolezza. Auguri a tutti Voi».

LA SITUAZIONE EMERGENZA NELLE MARCHE. «Stiamo monitorando costantemente la situazione, che mostra una crescita dei casi sintomatici rispetto ai giorni scorsi. Nessun allarmismo, però, ma massima attenzione e rispetto delle regole da parte di tutti. Solo continuando ad assumere comportamenti consapevoli e responsabili, possiamo contenere la pandemia in attesa che il vaccino assesti il colpo finale al virus». È quanto affermato ieri dall’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini, commentando la quotidiana verifica dell’evoluzione della pandemia nelle Marche.

I DATI DI OGGI. Il Servizio Sanità della Regione Marche ha comunicato che nelle ultime 24 ore sono stati testati 5582 tamponi: 3649 nel percorso nuove diagnosi (di cui 1627 nello screening con percorso Antigenico) e 1933 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 19,3%). I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 703 (134 in provincia di Macerata, 219 in provincia di Ancona, 107 in provincia di Pesaro-Urbino, 144 in provincia di Fermo, 66 in provincia di Ascoli Piceno e 33 fuori regione). Questi casi comprendono soggetti sintomatici (75 casi rilevati), contatti in setting domestico (144 casi rilevati), contatti stretti di casi positivi (194 casi rilevati), contatti in setting lavorativo (31 casi rilevati), contatti in ambienti di vita/socialità (36 casi rilevati), contatti in setting assistenziale (13 casi rilevati), contatti con coinvolgimento di studenti di ogni grado di formazione (21 casi rilevati), screening percorso sanitario (14 casi rilevati). Per altri 175 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche.  Nel Percorso Screening Antigenico sono stati effettuati 1627 test e sono stati riscontrati 141 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare). Il rapporto positivi/testati è pari all’8%.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.