Addio a Cesare Rossetti, partigiano jesino e testimone del ventennio fascista

JESI – Addio a Cesare Rossetti, storica figura e noto partigiano jesino, testimone delle violenze commesse dai fascisti durante il regime, come l’eccidio dei Martiri di Montecappone, e della Liberazione.

Cesare si è spento oggi Staffolo, presso la Casa di riposo, tre giorni dopo il suo 95esimo compleanno. Parole di cordoglio arrivano dall’Anpi provinciale di Ancona: “Apprendiamo con dolore della scomparsa di Cesare Rossetti, storica figura jesina di democratico e militante antifascista.  L’Anpi lo vuole ricordare per la sua grande gioia manifestata in  occasione dell’incontro con gli studenti della scuola media “Lorenzini”  di Jesi, a quali aveva raccontato quanto vissuto in prima persona durante il ventennio fascista,  in particolar modo riguardo all’eccidio dei Martiri di Montecappone. L’ANPI esprime le più sentite condoglianze alla sua famiglia”.

La salma si trova nella camera mortuaria della casa di riposo Staffolo di Staffolo e sarà disponibile alle visite dalle ore 12:00 di giovedì 26 gennaio. I funerali si svolgeranno venerdì presso la Chiesa in Forma civile di Jesi, alle ore 15.30. Sarà tumulata poi nel cimitero di Jesi.

 

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*