Aggiungi 500 posti a tavola: Jesi si prepara al Capodanno solidale | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Aggiungi 500 posti a tavola: Jesi si prepara al Capodanno solidale

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

 

JESI – Sarà un Capodanno in piazza all’insegna della solidarietà quello in programma a Jesi per la notte del 31 dicembre.

Anche quest’anno, la serata promossa dal Comune di Jesi inizierà con il Cenone presso la sala del Mercato delle Erbe (Mercantini) che ha già registrato il tutto esaurito, raggiungendo il tetto massimo di 500 prenotazioni e respingendo le ulteriori adesioni che continuano ad arrivare in questi giorni per mancanza di posto.
L’intero ricavato, al netto delle spese sostenute, sarà devoluto in beneficenza a favore delle popolazioni colpite dal terremoto: il Comune di Jesi è già in contatto con il Comune di Arquata per stabilire una rete di solidarietà che porti aiuto concreto e sostegno a chi, nell’anno passato, ha perso tutto. I fondi raccolti andranno a favore di progetti e iniziative volte alla ricostruzione. Il Cenone anche quest’anno è reso possibile grazie al coordinamento della partecipata JesiServizi e la collaborazione con Onlus jesine quali IOM, Amicizia a domicilio ed ADRA. Durante la serata, tra una portata e l’altra, si alterneranno momenti di intrattenimento e animazione con la simpatia di Figaro. Alle ore 23.45 brindisi di augurio con spumante e panettone e poi tutti in piazza per il secondo appuntamento di solidarietà in piazza della Repubblica, dove dal palco Selena Abatelli traghetterà tutti nel nuovo anno  con l’iniziativa “Teniamoci x Mano”: è questo il messaggio con cui si augurerà a tutti un sereno 2017, all’insegna dei valori di amicizia e vicinanza con le popolazioni colpite dal terremoto. Ci saranno anche alcune famiglie dalle zone dell’entroterra maceratese devastate dal sisma, presenti in piazza a Jesi per trascorrere una serata divertente e spensierata. A rafforzare questo legame, la proiezione del video “Teniamoci x Mano” con i saluti e gli auguri per i terremotati, grazie alla collaborazione tra Dream Day ed Ente Palio San Floriano, presente in piazza anche con la casetta del vin brulé e la raccolta fondi a favore di progetti per la ricostruzione. Tutti i presenti saranno poi invitati a prendersi per mano, in una grande catena umana di solidarietà che abbraccerà tutta la piazza. Sarà così che sarà accolto il 2017 a Jesi. Nessuno sarà escluso, dunque: questo è il motto degli organizzatori tra cui Universal Events di Emanuel Pàstina che proporrà, dopo lo scoccare della mezzanotte, musica anni ’70 e ’80 con il concerto della band Strada Secondaria.

Dalle ore 1.00, “Decompression Time” con distribuzione gratuita di bottigliette d’acqua a chi ne farà richiesta presso la casetta dell’Ente Palio San Floriano, fino ad esaurimento scorte.

(Chiara Cascio)

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.