Agostinelli (M5S) da Roma: “Gianangeli inoppurtuno. Bertini rispetti l’elettorato e vada ai confronti”

JESI – “Premesso che il M5S non ha una organizzazione verticistica e, dunque, i parlamentari non hanno alcun potere di veto o di ingerenza nella formazione delle liste del Movimento, non si può soprassedere sul comportamento politicamente inopportuno che il consigliere comunale uscente, Massimo Gianangeli, sta tenendo nell’ambito della campagna elettorale per le amministrative della città di Jesi”. Tuona da Roma Donatella Agostinelli, deputata M5S Marche, indignata per le “sostituzioni” del candidato sindaco grillino Luca Bertini nei confronti pubblici, come è avvenuto giovedì scorso quando al suo posto, a Palazzo dei convegni, è arrivato Massimo Gianangeli verso cui la Agostinelli non si risparmia: “Dopo aver salutato la città, al termine del mandato, anteponendo, in lacrime, alla sua ricandidatura, legittimi impegni personali, lo stesso partecipa addirittura agli incontri riservati ai candidati sindaco al posto del candidato M5S – incalza la deputata -Certo, è sempre possibile una sostituzione d’urgenza ed anche con altri candidati della stessa lista ma la sua reiterata partecipazione, non essendosi lo stesso ricandidato, è totalmente fuori luogo perché distorce ed impedisce un sano, reale ed onesto confronto personale tra gli aspiranti al Governo della città”. Eppure il Movimento 5 stelle jesino aveva sinora sostenuto che a contare erano le idee, non le persone: “È vero che dietro al candidato m5s c’è un gruppo ma i ” confronti pubblici tra candidati sindaco ” devono avvenire tra candidati sindaco appunto. Altrimenti non si rispetta ne’ l’avversario che si sobbarca una campagna elettorale fisicamente molto impegnativa, ne’ l’elettorato stesso che deve conoscere chi siederà sullo scranno più alto della città per operare una scelta consapevole – sentenzia Agostinelli –  È anche vero che non c’è nessuna regola interna al Movimento che impedisca tali comportamenti, ma non è detto che tutto ciò che non è espressamente vietato sia ammissibile o politicamente corretto e non meriti, dunque, una doverosa quanto adeguata riflessione.  Auspico, pertanto, che il consigliere uscente Massimo Gianangeli riveda quanto meno i suoi comportamenti futuri, per non scadere nel ridicolo e a garanzia della piena correttezza della competizione elettorale”.

Bertini, dal canto suo, avuto notizia delle dichiarazione della parlamentare Cinque Stelle replica: “Ci spiace dell’uscita dell’onorevole Agostinelli che prende le difese di tesi sostenute anche degli avversari politici del MoVimento. Forse, non riuscendo a seguire bene da Roma le dinamiche del territorio, non conosce il grande impegno e la correttezza con cui la lista certificata del M5S di Jesi sta lavorando per portare avanti le battaglie del MoVimento e per dare anche agli jesini una Amministrazione a 5 Stelle. Siamo certi della sua disponibilità per un incontro chiarificatore al più presto”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.