Al Pergolesi, il grande ritorno della danza: «Shine. Pink Floyd Moon» anticipa la Lirica

JESI – Al Teatro Pergolesi di Jesi il grande ritorno della danza, con la nuova creazione del coreografo-regista Micha van Hoecke per anticipare la 52esima Stagione Lirica di Tradizione e sostenere i progetti umanitari di Medici Senza Frontiere.

«Shine. Pink Floyd Moon», l’ultimo innovativo lavoro del noto coreografo e regista russo-belga Micha van Hoecke ispirato alle indimenticabili canzoni della leggendaria band inglese, anticipa mercoledì 5 giugno ore 21, il cartellone della 52esima Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi di Jesi, che andrà poi in scena nella tradizionale collocazione autunnale. Lo spettacolo, frutto di una coproduzione tra Daniele Cipriani EntertainmentMenti Associate di Gilda Petronelli e Fondazione Pergolesi Spontini, segna il grande ritorno della danza nella città di Jesi, prima del debutto in prima mondiale al Ravenna Festival il prossimo 8 giugno.

Con l’accompagnamento della celebre band Pink Floyd Legend, e interpretato dai solisti e dal corpo di ballo della Compagnia Daniele Cipriani, il balletto SHINE è una sorta di viaggio nel mondo della luna, inteso non solo come metafora della malattia mentale (il lavoro di van Hoecke prende infatti le mosse dal brano Shine on You Crazy Diamond, omaggio dei Pink Floyd al loro fondatore  e leader Syd Barrett, che abbandonò il gruppo a seguito di seri problemi mentali) ma anche simbolo della poesia, della fantasia, della vita stessa.

«È la mia autobiografia che racconta anche la vita di ogni uomo”, spiega Micha van Hoecke,  “la storia delle nostre vite che procedono a cicli, con un movimento circolare come quello della musica e della danza delle stelle, della rotazione della luna: un moto scandito da un continuo processo di nascita-morte-rinascita.” E aggiunge: “SHINE è un lavoro intriso di speranza, in cui la fantasia diventa l’arma per combattere il materialismo che imperversa, il potere e le brame che incombono oggi».

Lo spettacolo sarà l’occasione, per gli spettatori, di incontrare il mondo di Medici Senza Frontiere, anche quest’anno scelto dalla Fondazione Pergolesi Spontini come charity partner dell’evento, a cui sarà devoluto 1 euro per ogni biglietto venduto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.