Al via gli Happy Opera della Stagione Lirica del "Pergolesi": domani il primo incontro con Chiara Cascio e Vincenzo De Vivo | | Password Magazine

Al via gli Happy Opera della Stagione Lirica del "Pergolesi": domani il primo incontro con Chiara Cascio e Vincenzo De Vivo

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Venerdì 4 novembre prendono il via a Jesi gli HAPPY OPERA, aperitivi a tema sui titoli della 49ª Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi. Il primo incontro alle ore 18,30 al Libero Arbitrio Beer Shop (Via Pergolesi, 26), con degustazione di birra artigianale in stile irlandese e conversazione intorno all’opera “Adelson e Salvini” di Bellini con il direttore artistico della Stagione Lirica Vincenzo de Vivo accompagnato da Chiara Cascio, giornalista. Ingresso libero

Parlare d’amore, gelosia, tradimento, follia tra le note 49^ Stagione Lirica di Tradizione di Jesi, parlare soprattutto di donne di ieri e di oggi, prendendo spunto dalle emozioni e dalle vicende delle protagoniste dei quattro titoli d’opera del cartellone lirico, e degustando insieme sfiziosi aperitivi anch’essi ispirati agli spettacoli.

È l’idea di “Happy Opera”, nuova iniziativa della Stagione Lirica “Opera Ancona Jesi”. Domani, venerdì 4 novembre alle ore 18,30 presso il Libero Arbitrio Beer Shop, sarà la giornalista Chiara Cascio ad accompagnare il primo dei quattro “Happy Opera” con aperitivo e conversazione intorno all’opera “Adelson e Salvini” di Vincenzo Bellini, titolo inaugurale della Stagione e titolo di rarissima esecuzione.

L’opera, ambientata nel XVII secolo in un castello irlandese, mette al centro della trama due amici (il nobile Adelson e l’artista Salvini) e l’amore per la stessa donna, l’orfana Nelly, tra colpi di scena, sotterfugi e rapimentni, e con un lieto fine che sorprenderà tutti.

Il senso di Happy Opera è quello di focalizzare l’attenzione della nostra città verso i temi affrontati nell’ambito della Stagione lirica, che tratteggia – attraverso i quattro titoli delle opere in cartellone – ritratti di donne protagoniste e oggetto di vicende che mutano profondamente la loro interiorità, segnandone il destino. Gli aperitivi si svolgeranno in 4 diversi locali di Jesi (Libero arbitrio, Pergolesi lounge, Circolo Cittadino e Hemingway Cafè), nella settimana precedente la programmazione dell’opera al Teatro Pergolesi. Ogni appuntamento, con una o più donne ospiti, verrà presentato ed introdotto dal direttore artistico della Stagione Lirica, Vincenzo De Vivo, che introdurrà il ritratto della donna protagonista dell’opera, stimolando di volta in volta la conversazione con le nostre ospiti ma anche con tutti coloro che vorranno partecipare sull’attualità dei temi sollevati dalla trama. Una iniziativa per parlare di e con donne… coraggiose, indipendenti, creative, o che attraversano le difficoltà di una particolare epoca storica.

Collegato alla trama, per ognuno dei 4 appuntamenti, anche l’aperitivo: birra irlandese per Adelson e Salvini, vino del sud per Cavalleria Rusticana e Pagliacci, prosecco per La Scuola de’ Gelosi, bollicine per Traviata.

 

 

Ad inaugurare la Stagione Lirica del Teatro Pergolesi sarà dunque “Adelson e Salvini” venerdì 11 novembre alle ore 20,30 e domenica 13 novembre alle ore 16 (anteprima giovani mercoledì 9 novembre ore 16) con un titolo di rarissimo ascolto: il dramma per musica in tre atti Adelson e Salvini, prima opera di Bellini. L’opera è proposta in nuovo allestimento della Fondazione Pergolesi Spontini in coproduzione con Teatro Massimo “V. Bellini” di Catania. Lo spagnolo José Miguel Perez Sierra, una presenza consolidata in Italia, dal Rossini Opera Festival al San Carlo e al Verdi di Trieste, dirige a Jesi il titolo belliniano dopo aver diretto Donizetti a fine ottobre a Bilbao. La regia è di Roberto Recchia, che inaugurò il Pergolesi Spontini Festival 2005 con un indimenticabile Petit train de plaisir nel deposito delle locomotive di Falconara; le scene sono di Benito Leonori, i costumi di Catherine Buyse Dian, le luci di Alessandro Carletti. Protagonista nel ruolo dell’orfana Nelly è Cecilia Molinari, giovanissima scoperta rossiniana al suo primo Bellini; Fanny è Sara Rocchi, Madama Rivers è Giovanna Lanza, Merto Sungu canta Salvini, Rodion Pogossov è Lord Adelson, Baurzhan Anderzhanov è Struley, Bonifacio è Clemente Antonio Daliotti e Geronio è Enrico Marchesini. L’Orchestra è la Sinfonica “G. Rossini”, il Coro Lirico Marchigiano “V. Bellini” è diretto da Carlo Morganti.

A seguire, sabato 19 novembre alle ore 21 al Teatro Moriconi di Jesi l’oratorio di Alessandro Stradella “Ester, liberatrice del popolo Ebreo”; al Teatro Pergolesi, venerdì 2 dicembre alle ore 20,30 e domenica 4 dicembre alle ore 16 con anteprima giovani mercoledì 30 novembre alle ore 16, va in scena il dittico Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni e Pagliacci di Ruggero Leoncavallo; venerdì 13 gennaio alle ore 20,30 appuntamento con la prima esecuzione in epoca moderna del dramma giocoso “La scuola de’ gelosi” di Antonio Salieri; sabato 14 gennaio alle ore 21, al Teatro Moriconi di Jesi il concerto “Per la recuperata salute di Ofelia. Mozart vs Salieri”; si chiude venerdì 3 febbraio 2017 alle ore 20.30 e domenica 5 febbraio alle ore 16 (anteprima giovani il 1 febbraio ore 16) con un nuovo allestimento della “Traviata” di Giuseppe Verdi.

 


 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.