Al via i «Sabati Psicologici» dedicati all'Assertività: ieri il primo incontro | | Password Magazine

Al via i «Sabati Psicologici» dedicati all’Assertività: ieri il primo incontro

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
La dottoressa Daniela Palma
JESI – Un incontro seguito e partecipato quello di ieri sull'”Assertività, un concetto di cui si sente tanto parlare: cos’è” organizzato dalla dottoressa Daniela Palma, psicologa della Salute e del Benessere, e l’Istituto Hedonè all’Hotel Pineta di Monsano.
Il training di ieri,  aperto agli interessati, rientra nel programma dei Sabati Piscologici promossi dalla dottoressa Palma che, articolato in altri 8 incontri di cui alcuni gratuiti, toccherà diverse tematiche tutte al femminile, dalla maternità all’accudimento dei figli fino alla comprensione e gestione dell’ansia, quest’ultimo con la partecipazione della Dott.ssa Valentina Donati, psicologa specializzata in mindfulness e tecniche di rilassamento.
La dottoressa Daniela Palma
«Assertività=Libertà – spiega la Palma – . Libertà di esprimere il proprio punto di vista nel rispetto dell’altro. L’assertività fa parte di quelle soft skill sempre più richieste oggi, in ambito lavorativo. È però una capacità che va appresa per poterla poi applicare con gentilezza nella vita di tutti i giorni. L’assertività migliora le relazioni personali e professionali, permette di formare un team coeso e di ottenere risultati sempre più appaganti. Il senso del training teorico pratico all’assertività è proprio questo: aumentare le competenze comunicative della persona per migliorare le relazioni sociali all’insegna dell’autenticità e del vero interesse nei confronti dell’altro».
Titolare del Centro Estetico Hedoné a Jesi dal 2003 e psicologa della Salute e del Benessere dal 2012, la Dott.ssa Daniela Palma persegue ormai da anni la sua personale mission che è quella di unire la cura della bellezza della persona alla cura del Sè. «Favorire uno stato di completo benessere psicofisico come sostenuto dall’ Organizzazione Mondiale della Sanità  diventa oggi di primaria importanza – spiega la dottoressa -. È necessario coltivare l’intelligenza emotiva ed apprendere nuove competenze sociali, soprattutto insegnarle alle nuove generazioni che si districano oggi con i rischi della rete e di un’ iperconnessione. Dunque c’è la necessità di un approccio nuovo, globale, in linea con le esigenze delle nuove dinamiche sociali».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.