Al via il Social Opera Festival | | Password Magazine

Al via il Social Opera Festival

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – La città di Jesi si arricchisce di una nuova manifestazione che si sviluppa da tutta una serie di progetti che si muovono nell’alveo di una precisa sensibilità verso il sociale. E’ il Social Opera Festival: dal 14 al 31 maggio, al Teatro Moriconi, spettacoli, laboratori, seminari, incontri ed eventi per una iniziativa della Fondazione Pergolesi Spontini e a cura di Silvano Sbarbati che porta a maturazione e presenta il frutto di cinque anni di lavoro di promozione e di sensibilizzazione del pubblico verso il melodramma coinvolgendo il mondo delle scuole, della disabilità e del disagio sociale.

L’iniziativa richiama una precisa sensibilità al mondo della educazione, della formazione e della costruzione di percorsi di integrazione e di recupero, ed inoltre verso il melodramma, missione produttiva della Fondazione Pergolesi Spontini e strumento dalle grandi potenzialità come stimolo emotivo, comunitario, culturale.

Social Opera, ovvero opera sociale, ovvero opera (il melodramma) messa in relazione con il sociale, ha interessato nel 2014 un territorio che da Jesi va a Maiolati Spontini, Fabriano, Poggio San Marcello, Staffolo, Monte Roberto, Monsano, Cerreto D’Esi, Agugliano, Cupramontana, fino ad Ancona e Tolentino. In particolare, vengono presentati nel Festival gli esiti dei laboratori “OperaH” e “La Lirica non mente” per persone con disagio fisico/psichico, la rassegna di Teatro della Scuola “6+ in lirica” (VI edizione) dedicata alla memoria di Gianfranco Cardinaletti, gli spettacoli nati in seno al progetto “REFRESH! Lo spettacolo delle Marche per le nuove generazioni” del Consorzio Marche Spettacolo e quelli scaturiti nelle comunità locali dai laboratori di teatralità organizzati dalla Fondazione. Attraverso il coinvolgimento delle realtà sociali e culturali che operano nel territorio, il progetto vuole far incontrare il valore emozionale e di gruppo dell’opera lirica con le persone che hanno avuto ed hanno poche occasioni di farlo; soprattutto vuole attivare l’interesse per questa forma d’arte che può diventare un viatico concreto verso quel “benessere” che è obiettivo principale della promozione alla salute.

In 15 giorni si può assistere gratuitamente a 30 rappresentazioni che traggono ispirazione dall’opera lirica (I racconti di Hoffmann di Offenbach e il Don Pasquale di Donizetti) e a 3 seminari di riflessione. 483 i partecipanti tra bambini, ragazzi e adulti. Oltre 40 gli educatori e gli insegnanti che hanno collaborato alla realizzazione degli spettacoli e dei laboratori affiancando gli operatori del Social Opera Team della Fondazione Pergolesi Spontini.

Stasera:

giovedì 14 maggio 2015

ore 21 “La grande pace”

Laboratorio Università degli Adulti della Mediavallesina – Moie di Maiolati Spontini

ore 21.45 “Accade di venerdì”

Laboratorio di Teatralità (adulti) – Monte Roberto

 

Il Social Opera Festival è un progetto organizzato dalla Fondazione Pergolesi Spontini con il patrocinio del Comune di Jesi, Comune di Maiolati Spontini, A.S.P. Ambito 9 Comune di Jesi, in collaborazione e con il contributo dei Comuni diCupramontana, Monte Roberto, Poggio San Marcello e Staffolo, e con Asur – Area Vasta 2 zona Territoriale 5 (UMEA Unità multidisciplinare età adulta, Direzione del Dipartimento di Salute mentale), Cooss Marche, Centro diurno “Il Girasole” di Staffolo, Centro diurno per disabili “De Coccio” di Jesi, COSER La Compagnia del vicolo di Chiaravalle, Progetto “Sollievo” di Jesi, Casa di cura Villa Jolanda Scisciano di Maiolati Spontini, Oikos Onlus di Jesi, Associazione L’Albero di Pina di Jesi, Oratorio centro opere parrocchiali circolo A.N.S.P.I cop di Agugliano, Associazione Papaveri e Papere di Fabriano, Associazione Monsano Cult di Monsano, Università degli adulti della Media Vallesina di Moie di Maiolati Spontini, Associazione Culturale “G. Bruciaferri” di Poggio San Marcello, Associazione Alveare – Torchiagina di Assisi (PG), Associazione Arte e Salute onlus di Pieve di Cento (BO), Consorzio Marche Spettacolo “REFRESH! Lo spettacolo delle Marche per le nuove generazioni”, Società Amici della Musica “G. Michelli” di Ancona, Compagnia della Rancia di Tolentino, Istituto Comprensivo “San Francesco” di Jesi, Istituto Comprensivo “L. Bartolini” di Cupramontana, Avv. Liliana Uncini. Conduzione laboratori Social Opera a cura del Social Opera Team Michele Cardinali, Sofia Cartuccia, Antonio Cuccaro, Francesca Spaccia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.