Astralmusic

Ambarabà, il 14 e 15 luglio tre nuovi spettacoli per bambini a Senigallia e a Moie

Astralmusic

Tre nuovi appuntamenti del Festival “Ambarabà”: martedì 14 luglio “Zeus e il fuoco degli dei” al Foro Annonario di Senigallia, mercoledì 15 luglio “Transylvania Circus” alla Piccola Fenice di Senigallia e “Il gatto con gli stivali” alla Biblioteca “La Fornace”di Moie di Maiolati Spontini

Prosegue il 17esimo Festival “Ambarabà”, rassegna itinerante di Burattini Marionette e Teatro di Figura a cura dell’ATGTP Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata, con tre nuovi spettacoli, di cui due a Senigallia – nell’ambito della tradizionale vetrina di “Baracche e Burattini” con la direzione artistica del Teatro alla Panna – e uno a Moie di Maiolati Spontini.

Martedì 14 luglio alle ore 21,30 al Foro Annonario di Senigallia (ingresso libero) va in scena “Zeus e il fuoco degli dei” della compagnia romana Teatro Verde. Lo spettacolo è ambientato tra le antiche divinità dell’Olimpo: Zeus, il re degli dei, è arrabbiato perché qualcuno ha osato rubare il sacro fuoco degli dei e lo ha regalato agli uomini. Chi è stato? La storia comincia dalla fine: Prometeo (ebbene si è stato lui!) giace incatenato ad una roccia tormentato da un’aquila che gli rode il fegato. La tragedia-commedia di Prometeo viene raccontata con un piglio ironico ma mai parodistico, in cui si percepisce l’audacia degli uomini e la prepotenza degli dei, incarnati in Zeus capriccioso quanto potente, invincibile quanto vendicativo. Le uniche armi a disposizione di Prometeo e degli uomini sono il coraggio e l’ironia. Basteranno? Come ogni tragedia che si rispetti, anche qui troveremo un coro: le tre Arpie accompagneranno tutta la narrazione, confondendo il coro tragico con quello musicale…

Mercoledì 15 luglio alle ore 21,30, alla Piccola Fenice di Senigallia (ingresso 5 euro) marionette da tavolo e burattini sono protagonisti del “Transylvania Circus” a cura del Teatro delle 12 lune. Misteriose e strane creature formano la compagnia del Transylvania Circus: uomini drago che sputano fuoco, fantasmi acrobati, un malinconico licantropo capace di camminare in equilibrio sulla luna e  l’affascinante donna vampiro, che si esibirà nell’arte del trasformismo. Ma un suono sinistro distrae gli artisti di questo oscuro circo, è il battito di un cuore, nessuno sa spiegarsi da dove mai arrivi quel battito. Forse l’amore è capace di risvegliare anche i cuori di creature senza vita come loro?

Ancora mercoledì 15 luglio alle ore 21,30 (ingresso libero), la Biblioteca la Fornace di Moie di Maiolati spontini ospita “Il gatto con gli stivali” del Teatro Verde di Roma, una messa in scena piena di sorprese, tra attori, burattini, scatole, scatoloni, trucchi, e tanta, tanta musica. E’ la fiaba del gatto che, con l’astuzia, la fantasia ed il coraggio e con un paio di stivali, diventa ricco e famoso, sconfigge un potente orco e riesce a fare innamorare una principessa di un povero mugnaio. Nello spettacolo, l’astuzia, il coraggio, la fantasia (e il paio di stivali) nulla possono senza l’aiuto dei bambini del pubblico. Il Gatto con gli Stivali è la favola delle apparenze. Una favola in cui si denuncia, sorridendo, l’ipocrisia dei rapporti umani. Una favola che ci dice che è vero solo ciò che sembra… come a teatro, ma che alla fine la verità vien sempre a galla… come a teatro.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*