AperItalia, nel centro storico jesino viaggio tra i sapori delle Regioni

JESI – Aperitivi divini prossimo week end a Jesi, in centro storico: c’è Aperitalia, l’iniziativa del buon bere e del buon cibo organizzata e promossa dalla CNA Ancona sede di Jesi, in sinergia l’azienda vitivinicola Montecappone, l’associazione Jesi Centro , l’Ente Palio San Floriano di Jesi e il Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci”.

Venerdì 18 e sabato 19 maggio, i bar e i ristoranti del centro storico adotteranno una Regione e proporranno, a partire dalle ore 19, un aperitivo a tema, con i vini e i prodotti tipici della Regione scelta. Undici i locali che hanno aderito al viaggio tra i sapori dell’Italia: il Rambaldus Cocktail Bar con il Trentino Alto Adige, l’Hemingway con il Piemonte, il Pergolesi Enocaffé con il Veneto, Pasticceria Bardi con l’Emilia Romagna, il Caffè del Teatro con la Toscana, l’Hosteria Dietro le Quinte con il Lazio, La Picca con la Puglia, il Jack Rabbit con la Campania, l’American Bakery con la Sicilia, il Caffé Imperiale con la Sardegna e l’Osteria Gatto Matto con l’Abruzzo.

Sono circa 50 i negozi coinvolti del centro cittadino che, per l’occasione, hanno dato risalto all’evento e al Verdicchio di produzione Montecappone, simbolo della tipicità jesina.

«In questa prima edizione la CNA di Jesi ha coinvolto i titolari dei bar del centro e ha chiesto loro di organizzare un aperitivo utilizzando i prodotti enogastronomici delle singole Regioni italiane – ha spiegato Andrea Riccardi, segretario della CNA di Jesi – Obiettivo aprire una città, già a vocazione turistica ad un’accoglienza turistica diversa, mettendo insieme soggetti pubblici e privati intorno ad un tavolo».

Importante il coinvolgimento del Liceo Scientifico “Da Vinci” con la campagna di sensibilizzazione Bere Responsabile, progetto ideato dalla CNA di Jesi e realizzato dagli alunni, che consiste in una locandina diffusa e distribuita a tutti gli studenti maggiorenni della città: «Un contributo fondamentale e necessario della scuola, perché è bene valorizzare il vino come prodotto ma lo è anche educare i giovani ad un consumo responsabile».

 

Altro partner dell’iniziativa l’azienda Montecappone di Jesi, guidata dall’imprenditore Gianluca Mirizzi nella doppia veste di produttore vinicolo e vice presidente CNA Jesi: «Laddove non ci sono iniziative, le piazze muoiono: per questo, come produttore, ho voluto dare un contributo a questo evento e  valorizzare le due nuove etichette – il Muntobé e il Federico II – a ribadire ancora di più la jesinità dell’azienda Montecappone, magari da raccontare al turista davanti ad un calice. La spinta verso il turismo diventerà sempre più un asset fondamentale, una linfa vitale, in un momento di crisi economica e del mondo produttivo industriale come quello che stiamo vivendo».

Marco Broglia, da pochi mesi presidente di JesiCentro, ha espresso soddisfazione per l’iniziativa: «Molto ricettivi i commercianti del centro, c’è voglia di collaborare e di fare, anche con il Comune. Siamo pronti anche ad organizzare qualcosa insieme, per la prossima estate, in modo da rivitalizzare il centro».

Partecipa ad Aperitalia anche l’Ente Palio San Floriano, sulla scia del successo degli ultimi due week end che ha portato in città migliaia e migliaia di visitatori: «Vicini a questo evento – ha detto il vice presidente dell’Ente Palio Matteo Baleani – perché in continuità con il nostro, capace di sottolineare la vocazione turistica di Jesi e di valorizzare la qualità dei nostri prodotti: è con questo intento che, durante il Palio, abbiamo scelto di omaggiare i gruppi storici ospiti con i vini Muntobé e Federico II di Montecappone, biglietto da visita della città».

Insomma, fare squadra oggi è l’aspetto più importante. Lo ha sottolineato anche l’assessore al Turismo Ugo Coltorti, in conferenza stampa: e di fatto non è mancato il coordinamento dell’iniziativa promossa da CNA con la Notte dei Musei, in programma il 19 e 20 maggio, e che mette in rete tutti i musei della città.

Come ha spiegato Simona Cardinali dei Servizi culturali del Comune, ogni struttura, dalle 21 alle 1, la visita al patrimonio artistico e culturale è abbinata all’incontro con un produttore dei luoghi colpiti dal sisma. Durante le visite guidate, un gioco permetterà di vincere i prodotti presentati dalle aziende ospitate. L’esposizione di tutti  i prodotti saranno presso la sede della Pro loco, via XV settembre, 10.
Il tutto mentre ci sarà per le vie e le piazza de centro storico lo Jesi Street Boulder (19 maggio), una gara di arrampicata sportiva a carattere competitivo il cui luogo di svolgimento comprendono i muri, le colonne, gli archi e tutto ciò che è arrampicabile in città.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*