Matt Cancelleria
Vai al Sito

Aperto ad Arquata il cantiere finanziato anche dalla comunità jesina

JESI – Il vicesindaco Luca Butini – insieme al presidente del Rotary Club di Jesi Egiziano Iencinella e agli altri rotariani jesini Maurizio Marchegiani e Gabrio Filonzi – ha partecipato ieri ad Arquata del Tronto all’apertura del cantiere per la realizzazione di un centro polifunzionale antisismico. A tale progetto, come noto, erano stati destinati i 20 mila euro raccolti a Jesi nella campagna a favore delle popolazioni colpite dal terremoto.

Arquata del Tronto è stato uno dei Comuni sui quali il sisma del 24 agosto del 2016 si è abbattuto con inaudita violenza. E Jesi aveva individuato proprio tale realtà quella a cui destinare le risorse aderendo al progetto “Fenice” del Rotary Club per la realizzazione di un centro multifunzionale antisismico. In tale edificio troveranno spazio un centro d’ascolto, d’incontro e di sviluppo di iniziative, un centro servizi e formazione, sede di nuove attività economiche. Si realizzerà una rete informatica in collegamento con una piattaforma per la vendita dei prodotti tramite e.commerce. Saranno forniti servizi di tutoraggio imprenditoriale e un sostegno per agevolare il credito iniziale per il consolidamento e l’avvio delle imprese, in particolare giovanili, garantito da entità esterne.

Le risorse raccolte da Jesi sono frutto delle donazioni di primarie aziende, come la Esiplast di Monsano, l’onoranze funebri Santarelli, ma anche di altri enti ed associazioni come la Croce Rossa, il coro Federico II, la Federazione di teatro amatoriale, la compagnia la Barcaccia; a titolo personale il presidente del Consiglio comunale, Daniele Massaccesi. Ad Arquata anche i proventi raccolti in occasione del cenone solidale di fine anno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*