Apicoltore vittima di Amatrice, i colleghi della Vallesina "adottano" le sue api | | Password Magazine
Festival Pergolesi  

Apicoltore vittima di Amatrice, i colleghi della Vallesina "adottano" le sue api

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

VALLESINA – C’era una volta in quel di Amatrice un apicoltore che con la sua famiglia gestiva un centinaio di alveari. E già, c’era una volta. Perché ora non c’è più:  lui, sua moglie, sua figlia diciottenne e i sui suoceri sono rimasti vittime del terribile sisma che si è verificato ad Amatrice. Questa terribile notizia è giunta, attraverso i media, anche nella nostra Vallesina, dove uno sparuto ma generoso gruppo di piccoli e medi apicoltori locali, amici del collega defunto, ha deciso a proprie spese di aiutare la mamma e la sorella del mancato apicoltore incapaci di accudire le api.

Raccolta tra di loro una somma, partono per Amatrice e portano le prime casse di api qui in Vallesina al fine di salvaguardarle e di cercare di aumentarne il numero per poi riconsegnarle a primavera prossima ai legittimi proprietari. Per fare tutto ciò i fondi raccolti sicuramente non basteranno molto pertanto lanciano un appello ed invitano invitano tutti coloro che avranno la pazienza di leggere questo articolo di acquistare il miele dagli apicoltori locali e di, nel limite delle proprie possibilità, lasciare una piccola offerta per salvaguardare il patrimonio apistico di questa sfortunata famiglia, ricordando che il patrimonio apistico è anche e soprattutto un bene di tutti.

Banner-Montecappone
Montecappone

2 Commenti su Apicoltore vittima di Amatrice, i colleghi della Vallesina "adottano" le sue api

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.