Arco Clementino, un bordo in metallo come intervento finale

JESI – Con la Soprintendenza sono in corso da mesi proficui contatti che hanno permesso di individuare il migliore intervento per la definitiva sistemazione del basamento dell’Arco Clementino. In particolare lo scorso dicembre si è arrivati a scegliere la soluzione migliore che, per la particolarità del monumento, contempla una specifica progettazione: in sostanza si realizzerà un bordo di metallo amovibile in grado di coprire lo spazio tra il basamento dell’Arco ed il porfido.

Proprio per questo l’Area Servizi Tecnici da un lato sta completando il progetto concordato da presentare in Soprintendenza per la sua approvazione definitiva, dall’altro sta già selezionando professionisti locali che possano poi realizzarlo manualmente.

Detto questo, sostenere che l’Arco si trova oggi in mezzo a residui di cantiere ed erbacce è assolutamente ingeneroso e certamente fuorviante.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*