Arrestata 18enne di Morro d'Alba per possesso e spaccio di hashish | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Arrestata 18enne di Morro d'Alba per possesso e spaccio di hashish

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MORRO D’ALBA – Era dal mese di ottobre scorso che i carabinieri della Stazione di Morro d’Alba tenevano d’occhio una 18 enne del luogo fortemente sospettata di essere una spacciatrice molto attiva sulla “piazza” di Morro d’Alba.

C’è voluta tutta la determinazione del comandante della Stazione Maresciallo Cosimo Gagliani e dei suoi uomini perché il risultato non si facesse attendere.
Le prolungate attività investigative condotte dai carabinieri hanno permesso di acquisire importanti informazioni su strani movimenti giovanili in quella via Roma e nelle vicinanze delle mura castellane, constatando la ricorrente presenza della 18 enne, già conosciuta ai militari operanti.
Ieri pomeriggio, i militari della Stazione hanno organizzato l’ennesimo servizio di pedinamento e controllo, certi che detti movimenti intorno alla 18 enne potessero portare a positivi risultati.
Difatti, intorno 18,30, avendo notato la ragazza confabulare con fare sospetto con un 22enne del luogo, decidono di intervenire e procedere a più accurati controlli. Durante tali fasi, gli operanti si accorgono che la ragazza con un gesto repentino aveva lanciato qualcosa per terra che, immediatamente recuperato, scoprono essere uno spinello quasi del tutto consumato.
Ricorrendone i presupposti, avendo anche rinvenuto indosso alla ragazza la somma contante di euro 200,00, i militari operanti si recano presso la sua abitazione, all’interno della quale vengono rinvenuti 430 grammi di hashish, già suddiviso in diverse pezzature, un bilancino di precisione, nonché l’ulteriore somma di euro 2.100.

Una quantità di droga non indifferente che la diciottenne teneva nascosta nella sua cameretta e in garage, in varie borse, in attesa di rivenderla e di ricavarci  altri 4 mila euro circa. Denaro che forse avrebbe reinvestito nel traffico o forse speso per altri fini.

Stante gli incontrovertibili elementi raccolti a suo carico in ordine al reato di detenzione ai fini di spaccio, considerato, tra l’altro, che la giovane non espleta attività lavorativa, in quanto studentessa e che quindi la somma di denaro non poteva che essere provento di spaccio. La stessa è stata dichiarata in arresto e, dopo le formalità di rito, è stata trasferita presso la sua abitazione al regime degli arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo, così come disposto dal PM di turno, Dott. Ruggiero DICUONZO

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.