Arresto lampo per il pusher dai pantaloncini rossi | Password Magazine
Festival Pergolesi

Arresto lampo per il pusher dai pantaloncini rossi

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – È di questa mattina la notizia dell’arresto di un nigeriano di 29 anni, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

“Un’indagine fast-food – ha dichiarato il Comandante dei Carabinieri di Jesi Maggiore Benedetto Iurlaro  poiché lo stato di arresto è avvenuto in meno di 24 ore dalla segnalazione arrivata. Un soggetto sospetto, del quale non si sapeva nulla, se non che indossasse dei pantaloncini rossi, dettaglio importante per distinguerlo dalla gente presente alla stazione ferroviaria di Jesi”.

Da sempre la stazione ferroviaria rappresenta un punto nevralgico per gli interessi di traffici illeciti, sempre ben monitorato dalle Forze dell’Ordine.

Non è la prima operazione di successo del nucleo operativo di Jesi, che si è adoperato in altre operazioni per contrastare il mercato dell’illegalità jesina. Negli ultimi tempi sono stati ingenti i quantitativi di sostanze stupefacenti sequestrati e, in questo caso, il giovane nigeriano trasportava nel suo zaino nero circa un chilo e 200 grammi di marijuana, dal principio attivo molto alto, dovuto probabilmente al fatto che le piantagioni erano state geneticamente modificate.

Fermato nel sottopassaggio della stazione, il 29enne che proveniva da Ancona ma residente nel Lazio, in un primo momento si è rifiutato di aprire lo zaino, dopodiché avendo appreso di trovarsi di fronte alla presenza di militari, ha ceduto e consegnato.

Il ragazzo, che risulta avere già dei precedenti penali di vario genere, è ora a disposizione del PM di turno, nella casa Circondariale di Ancona.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.