Arriva "Il Mago" a Jesi: al San Savino Linking Festival c'è Mudimbi | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Arriva “Il Mago” a Jesi: al San Savino Linking Festival c’è Mudimbi

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
Il cantante Mudimbi

JESI – Arriva Il Mago a Jesi. Oggi in piazza San Savino c’è Mudimbi, il cantante marchigiano-congolese rivelazione delle “Nuove Proposte” di San Remo. Sarà lui uno dei protagonisti del San Savino Linking Festival, l’evento che celebra l’integrazione tra etnie e generazioni del quartiere, organizzato e promosso dall’associazione Culturale Victoria in collaborazione con il Comune e con il main sponsor IH The Victoria Company. A partire dalle 15.30 si accende la festa con attività ludiche, sport, musica, danza e ad arte. Ci saranno anche gli allievi del Liceo Artistico “Mannucci” che faranno dei bozzetti per un progetto di riqualificazione della piazza. Alle 21, arriva lui: il rapper Michel Mudimbi sul palco del T-Rap festival organizzato da Astralmusic. «Sono la prova vivente dell’integrazione» dice il cantante, figlio di padre congolese e madre marchigiana. Fino a qualche anno fa lavorava in un’officina meccanica, dove è rimasto per 8 anni. Poi un giorno Dj Albertino seleziona una sua traccia e la passa su radio Deejay. Per Mudimbi è un segno del destino, si licenzia e si dedica completamente alla musica. «Ho fatto molta gavetta – racconta – Inizialmente coltivavo questa passione come un hobby, poi ho deciso di farlo diventare un mestiere». Dopo aver firmato un contratto con la Warner, a consacrarlo al grande pubblico è la sua partecipazione a San Remo con la canzone Il Mago:  «Me la sono giocata sul palco dell’Ariston, mi sono divertito – ricorda Mudimbi – Inevitabilente dopo questa esperienza la mia vita è cambiata ed è cambiato anche il mio pubblico, richiamando tante famiglie». La hit presentata a San Remo parla di positività, di come nascondere, utilizzando vari escamotages, i problemi della quotidianità: «Ho cercato di proporre contenuti che fossero adatti a tutti, con un linguaggio semplice – spiega il cantante – Le canzoni, secondo me, devono sempre trasmettere un messaggio. Altrimenti sono vuote». Mudimbi crede nel potere della musica di creare integrazione: questa sera lo dimostrerà sul palco allestito in piazzale San Savino. Ma non è la sua prima volta a Jesi: «Qui sono stato diverse volte, per ragioni legate alla musica: ho fatto tante serate anche come dj, avevo molti amici». Progetti futuri? «In questo momento è una domamda gigantesca: ci sono diverse idee ma prima di tutto sto lavorando su di me».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.