Matt Cancelleria
Vai al Sito

Arrivano gli incentivi per l'edilizia sostenibile

JESI – Contributo di costruzione ridotto dal 50 al 70% per chi adotta tecniche di edilizia sostenibile nelle ristrutturazioni o nelle nuove costruzioni. È una scelta di campo quella dell’Amministrazione comunale che ha inteso dotarsi di un apposito regolamento per promuovere ed incentivare sul proprio territorio una nuova cultura dell’abitare. Il provvedimento, già licenziato dalla Giunta, sarà oggetto di un confronto aperto con gli operatori per poi approdare in Consiglio comunale per l’approvazione definitiva.

Gli standard per definire se un intervento edilizio è definibile sostenibile sono quelli stabiliti da Enti certificatori conosciuti ed affidabili in ambito nazionale. Sulla base del livello di certificazione ottenuto per il singolo edificio l’incentivo come detto è pari ad uno sconto che varia dal 50 al 70% sul contributo di costruzione, vale a dire la quota del costo di costruzione e gli oneri di urbanizzazione secondaria per nuovi edifici. Non solo: per ciascuna tipologia di intervento, gli incentivi potranno essere incrementati di un ulteriore 20% qualora siano presenti ameno tre fra ulteriori requisiti, come un tetto giardino, l’impiego di materiali di origine naturale, un miglioramento dell’isolamento acustico di facciata di almeno il 30% rispetto ai minimi di legge, l’impiego di sistemi di accumulo di energia derivanti da fonti rinnovabili, un generatore a pompa di calore.

“Vogliamo creare – ha sottolineato l’assessore all’ambiente Cinzia Napolitano – buone pratiche costruttive, su base volontaria, implementando e migliorando i requisiti minimi previsti dalla legge. È infatti nella fase di progettazione urbanistica che è possibile ridurre in modo sostanziale l’impronta ecologica.

Con questo regolamento, la certificazione energetica non è più uno strumento di paragone, atto conclusivo di un iter amministrativo, ma un sigillo finale che dà evidenza e concretezza all’alto livello qualitativo raggiunto.

Il vantaggio per le famiglie che decidono di riqualificare il proprio alloggio o acquistarne uno nuovo con queste tecniche, oltre all’incentivo, si traduce anche con un significativo risparmio in bolletta”.

Per illustrare le misure e gli incentivi legati all’edilizia sostenibile, è stato organizzato un incontro pubblico a Palazzo dei Convegni per mercoledì 1º giugno, alle ore 18, con la partecipazione tra gli altri di Norbert Lantschner della Fondazione ClimaAbita.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*