Art bonus per finanziare i progetti della biblioteca La Fornace | Password Magazine

Festival Pergolesi

Art bonus per finanziare i progetti della biblioteca La Fornace

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MAIOLATI SPONTINI – L’Amministrazione comunale di Maiolati Spontini rinnova l’invito a sostenere alcuni progetti della biblioteca La Fornace con l’Art bonus, lo strumento, previsto dal Governo, che finanzia la cultura attraverso un credito di imposta a chi fa donazioni liberali.

L’invito del sindaco Tiziano Consoli e dell’assessore alla Cultura Tiziana Tobaldi, quindi, è quello a «diventare mecenati della biblioteca e fare una donazione, di cui si può recuperare il 65 per cento grazie al credito di imposta: un modo per sostenere la nostra struttura ma anche per diventare promotori di eventi culturali. Anche quest’anno, infatti, chi deciderà di finanziare il progetto più oneroso, quello del ciclo di incontri da 4 mila euro, che può essere anche sostenuto in maniera parziale da più partner, potrà diventare una sorta di impresario culturale. Otterrà il “diritto”, infatti, di dare un contributo, anche di idee e di proposte, nella scelta dell’iniziativa da organizzare che può essere un corso, una tavola rotonda, un meeting, un seminario o un ciclo di conferenze. L’idea è quella di sviluppare una collaborazione con i partner che credano nel potenziale della biblioteca, tanto da investirci per vedere concretizzato un evento da donare alla comunità. Speriamo che la situazione sanitaria volga per il meglio in modo da poter dare vita e sostanza a nuovi progetti e nuove iniziative bloccate, purtroppo, anche dalla pandemia».

I progetti da sostenere con l’Art bonus riguardano l’acquisto di libri per bambini, ma anche di laboratori e attività di formazione
per bibliotecari, insegnanti e genitori, per un importo di 500 euro; l’acquisto di riviste e quotidiani, per 1.000 euro; l’acquisto di libri, sempre per 1.000
euro, per incrementare la dotazione libraria con volumi di recente uscita, anche su richiesta degli
stessi utenti; l’acquisto di dvd, ancora per 1.000 euro, visto che la cineteca contiene film per grandi e piccoli ed è costantemente
aggiornata per far fronte alle richieste degli utenti; iniziative per il compleanno della biblioteca, per un importo di 2.000 euro. Il progetto, infine, dell’importo di 4.000 euro di un ciclo di incontri o di un evento
da declinare in accordo con il mecenate-committente. Si può diventare sostenitore della biblioteca aderendo anche con un contributo a parziale copertura.

La biblioteca, realizzata dal Comune e inaugurata nel dicembre del 2007, è una realtà cresciuta negli anni in maniera straordinaria, passata da poco meno di 1.200 utenti agli oltre 6.200 registrati alla fine del 2021, di cui 104 nuovi tesserati.

Nonostante il periodo della pandemia, dalle 22 visite delle scuole del 2007 si è passati alle 67 dell’anno passato. Una biblioteca che ha raddoppiato in questi anni il proprio patrimonio librario, arrivato a oltre 30.000 libri, 4.500 dvd, con l’abbonamento a 46 riviste e a due quotidiani. Per quanto riguarda i prestiti, sono stati circa 12.600, in ripresa rispetto al 2020, quando la biblioteca è stata chiusa per il lockdown. 

 Anche le statistiche annuali elaborate dalla bibliotecaria Stefania Romagnoli raccontano di una struttura viva e punto di riferimento per l’intera Vallesina. 

Sono in aumento anche i numeri degli utenti digitali iscritti al Mlol, il catalogo online della

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.