Artigiane jesine danno benvenuto ad EXPO: "Insieme, difendiAMO il Made In Italy" | | Password Magazine

Artigiane jesine danno benvenuto ad EXPO: "Insieme, difendiAMO il Made In Italy"

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce


JESI – La moda jesina protagonista di un evento a sostegno del made in Italy, nel giorno di inaugurazione di EXPO. Due donne, due talenti del tessile, la sarta jesina Fiorella Ciaboco, titolare di Sartoria Fiorella, e la giovane designer e artista Valeria Zingaretti, autrice di una linea di borse ecologiche “LEA” hanno voluto unire le loro voci e maestranze per sostenere una campagna a difesa dell’eccellenza e dell’artigianato italiano.

L’iniziativa si chiama #difendiAMOmadeinItaly e mira valorizzare  e rendere omaggio a tutte le realtà produttive che operano nel segno della qualità, in un mercato sempre più competitivo minacciato dalla contraffazione e dal gioco a ribasso, a discapito del consumatore stesso. Per aderire, bastava recarsi all’atelier della Ciaboco, in via Ancona 116, scattare un selfie indossando un capo di sartoria o una borsa “Lea” e pubblicarla poi sui social con l’hashtag #difendiAMOmadeinItaly. L’evento, già dalla mattina, è stato di fortissimo richiamo da parte di donne, artigiani e politici della zona che, credendo nella causa, si sono presentati in Atelier per scattare il loro selfie. A far visita a Fiorella e a Valeria, anche la candidata regionale per il PD Manuela Bora che, con uno scatto, ha deciso di aderire alla campagna.

“Il nostro è un grido per difenderci e difendere la qualità dei prodotti e del lavoro artigianale, in tempi così difficili, scanditi dalla dura legge del mercato concorrenziale. Spesso non sappiamo neanche da dove provengono i capi che indossiamo, con quali materiali sono stati realizzati e se sono a norma, nel pieno rispetto della salute del consumatore  – spiegano Fiorella e Valeria – #DifendiAMOmadeinItaly, dunque, per  l’imprenditorialità femminile, per l’artigianato, per la nostra tradizione, per i giovani talenti marchigiani”.

Fiorella Ciaboco, sarta di Jesi, con un atelier anche a Milano in Corso Como 9,  realizza abiti su misura capaci di esprimere la personalità esclusiva di ogni donna. Animata da passione, curiosità e intraprendenza, dopo essersi diplomata in modellistica a Perugia, Fiorella ha dato vita al suo primo piccolo laboratorio nel 1987, a 21 anni.

Valeria Zingaretti, artista e designer di Jesi, ideatrice di “Lea”, collezione di accessori ecosostenibili di Moda Italiana e Artigianato Artistico. E’ stata premiata dall’Unione Stilisti Marche per la linea di borse ecologiche “UNA”, realizzate a mano con pelli riciclabili e materiali di scarto.

(in foto: Fiorella Ciaboco e Valeria Zingaretti)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.