Assembramenti, urinazioni 'selvagge', urla. I residenti del centro: «Un disastro» | Password Magazine
Festival Pergolesi

Assembramenti, urinazioni ‘selvagge’, urla. I residenti del centro: «Stanotte un disastro»

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
Uno degli scatti pubblicati sui social dai residenti. La foto è stata scattata dopo l'orario di chiusura dei locali fissato per le 2.

JESI – Movida in centro storico, il grido dei residenti: «É un disastro, siamo stufi!». Schiamazzi in centro fino alle 4 del mattino, defecazioni e urinazioni ‘selvagge’ nei vicoli, assembramenti: questo è lo scenario dipinto dagli abitanti del quartiere che da ieri notte postano sui social foto di persone ammassate nelle piazze, fino a oltre l’orario di chiusura dei locali. In un contatore del centro è stata anche trovata una bustina sospetta, «un presunto contenitore di dosi per droga», sostengono i residenti, che rende il quadro ancora più grave e spaventoso. E poi sfide tra ragazzi nei vicoli, con gare «a chi urla più forte» o «acchiappa le ragazze», che hanno buttato giù dal letto chi provava ad addormentarsi.

«Stanotte un delirio – protestano i residenti -. Non si possono tollerare questi assembramenti che poi si ripercuotono su tutti i cittadini in termini di diffusione del covid e tanto meno non si può permettere di lasciare che il centro storico diventi un bagno a cielo aperto». C’è chi chiede una chiusura dei locali anticipata, più controlli delle forze dell’ordine e l’intervento dell‘Amministrazione comunale: «I locali vanno chiusi entro la mezzanotte e le persone debbono stare sedute e distanziate – è lo sfogo di una residente sui social -. Gli assembramenti fuori degli spazi occupati dai locali vanno sanzionati, basta fare una volta multe salate».

received_5171640452862167-01

Le Forze dell’Ordine sono intervenute con numerosi pattuglie e presidi nelle piazze, effettuando controlli a tappeto: ci sarebbero state anche sanzioni per chi trovato senza mascherina. «Stasera tra mezzanotte e l’una i carabinieri sono intervenuti almeno un paio di volte per sistemare le cose nei vicoli» conferma un residente. Anche i locali avevano recentemente lanciato un appello al Comune di Jesi e alle forze di Polizia per richiedere più controlli durante l’orario di chiusura previsto per le 2 «in maniera tale che possa avvenire in tempi rapidi la dispersione dei giovani che, sopratutto a causa anche delle discoteche chiuse, ora si raggruppano fino a tarda ora in centro e presso i bar della città».

La situazione degenererebbe infatti ancora più tardi, verso le 3 e le 4: «Fino alle 4,15 c’erano ancora un centinaio di persone – sostiene un altro -. La situazione è diventata intollerabile».

 

 

1 Commento su Assembramenti, urinazioni ‘selvagge’, urla. I residenti del centro: «Stanotte un disastro»

  1. i residenti per via della dieta mediterranea hanno abbandonate quelle sane fritture. nel medio evo si usava lanciare olio bollito e ora di ricominciare.
    tanto l’amministrazione comunale se ne frega del cittadino

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.