Atti osceni in accappatoio sul balcone, i vicini chiamano la Polizia | Password Magazine
Festival Pergolesi

Atti osceni in accappatoio sul balcone, i vicini chiamano la Polizia

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

ANCONA – Venerdì pomeriggio, verso le 16, al 113 arrivata alla Questura di Ancona la chiamata da parte di una donna che segnalava la presenza di un signore che si masturbava nel balcone di fronte alla propria abitazione, sita nel quartiere Grazie.

Poco dopo giungeva sul posto una pattuglia delle Volanti i cui operatori contattavano la richiedente al fine di capire ed individuare l’autore del fatto. Gli agenti apprendevano così dalla donna che da diversi giorni un uomo, sulla settantina, abitante nel palazzo di fronte, usciva sul balcone e rientrava nel proprio appartamento vestito solo con un accappatoio e soffermandosi per minuti sulla porta finestra del balcone e masturbandosi.

Mentre i poliziotti erano intenti a raccogliere le testimonianze, improvvisamente, l’uomo coperto solo da un accappatoio tenuto appositamente aperto, usciva sul balcone della sua abitazione e, posizionandosi all’altezza della portafinestra, cominciava a masturbarsi in modo da poter essere visto da chiunque, anche minori,  fosse transitato nella via sottostante o  si fosse affacciato dalle finestre delle abitazioni prospicienti.

Nell’occasione gli agenti si sono recate presso l’abitazione dell’uomo che è stato subito identificato; il 65enne anconetano veniva pertanto accompagnato in Questura ove veniva denunciato per atti osceni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.