Bacci: «Il nostro sì al biodigestore come atto di responsabilità» | | Password Magazine

Bacci: «Il nostro sì al biodigestore come atto di responsabilità»

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – «Abbiamo detto sì all’ipotesi di realizzare un biodigestore nel territorio comunale perché crediamo in un’economia circolare e preferiamo produrre metano dai nostri rifiuti organici anziché da sostanze fossili responsabili dei cambiamenti climatici».

Così il sindaco Massimo Bacci, dopo il Consiglio comunale di sabato mattina che ha visto approvare l’atto di indirizzo per l’accoglimento dell’impianto per il trattamento dei rifiuti organici. Seduta che, al momento del voto, è stata abbandonata dai gruppi di minoranza che avevano chiesto il rinvio della pratica a settembre: «Prendiamo atto con favore che tutti i gruppi consiliari, ad eccezione di uno, condividano questa idea di sviluppo sostenibile della comunità – prosegue il sindaco Bacci – Abbiamo detto sì all’ipotesi del biodigestore, condizionandola però a precise prescrizioni affinché vi sia un rigoroso controllo pubblico nelle fasi di progettazione, realizzazione e gestione. Abbiamo chiesto anche di valutare altri siti, oltre a quello in prossimità dell’interporto, perché la scelta sia la migliore, la più logica, la più trasparente.

Abbiamo scelto di assumerci una responsabilità importante verso di noi e verso i nostri figli. Consapevoli che non abbiamo interessi diversi se non quelli di rispondere al bene comune e alla nostra coscienza. Come stiamo facendo da sette anni a questa parte, da quando cioè ci sono state date la possibilità e la responsabilità di guidare la città di Jesi».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.