Bacci: "Un nuovo modello organizzativo di sanità" | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Bacci: "Un nuovo modello organizzativo di sanità"

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Il sindaco Massimo Bacci esprime piena soddisfazione per la delibera della Giunta regionale contenente la “Direttiva vincolante per i direttori generali degli Enti del Servizio Sanitario Regionale”, con la quale viene individuata la nuova architettura della sanità delineata in un modello non più basato su semplici confini istituzionali o amministrativi, ma su aree geografiche omogenee per motivi organizzativi e socio-economici.

“In questo contesto – spiega Bacci – l’Area metropolitana che racchiude Torrette, Jesi e Senigallia e l’individuazione di un’area montana per Fabriano, Camerino, San Severino e Pergola, rispecchia appieno la volontà espressa da Jesi e dalla Vallesina, sia con l’approvazione di un documento votato all’unanimità del Consiglio comunale di Jesi lo scorso luglio, sia dal confronto emerso nella conferenza dei Sindaci di Distretto della Vallesina. Si tratta di un passaggio estremamente
importante che ridefinisce ruoli e competenze, dove sono certo che potranno essere espressi migliori servizi sanitari e socio-sanitari per le nostre comunità, valorizzando appieno anche le strutture di Jesi e della Vallesina.

“Sulla sanità – conclude il sindaco di Jesi – ho sempre ripetuto che questa Amministrazione comunale terrà alta l’attenzione. I risultati finora ottenuti, con l’impegno solenne a completare il “Carlo Urbani” entro il prossimo anno così da avere finalmente un unico ospedale e con una nuova rete omogenea che supera definitivamente l’ipotesi di una impropria sede a Fabriano dell’Area Vasta provinciale, sono tangibili ed estremamente soddisfacenti. Su questa strada proseguirà l’azione del Comune di Jesi, cercando sempre la massima intesa con i Comuni della Vallesina, per un
confronto aperto e costruttivo con la Regione, l’Asur e le altre realtà territoriali che concorreranno
alla costituzione della rete omogenea dell’Area metropolitana”.

Comunicato da: Comune di Jesi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.