Bandiere a mezz'asta e un minuto di silenzio per ricordare le vittime del coronavirus | | Password Magazine

Bandiere a mezz’asta e un minuto di silenzio per ricordare le vittime del coronavirus

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

VALLESINA – Bandiere a mezz’asta e un minuto di silenzio per onorare le vittime dell’epidemia. In tutta Italia, i sindaci si sono dati appuntamento oggi alle 12 davanti alla casa municipale o davanti un monumento ai caduti.

L’iniziativa, proposta dalla Provincia di Bergamo, è stata subito accolta in tutto il territorio nazionale. Al solenne momento di oggi, che ha unito tutta Italia da Nord a Sud, si sono uniti anche tutti i sindaci della Provincia di Ancona.

Il sindaco di Jesi Massimo Bacci ha rivolto da piazza della Repubblica lo sguardo verso il tricolore italiano e la bandiera dell’Europa.

Il Comune di Maiolati Spontini si unita al ricordo delle vittime del Covid-19 con il sindaco Tiziano Consoli e il parroco don Igor Fregonese che hanno osservato un minuto di silenzio e di raccoglimento dalla residenza municipale. Lo stesso è avvenuto a Monte Roberto, con il sindaco di Monte Roberto Stefano Martelli che ha posto una mano sul cuore davanti alla bandiere; a Monte San Vito, con il Primo cittadino Thomas Cillo che ha ricordato davanti al monumento le vittime dell’epidemia e gli operatori sanitari in prima linea; in tutti gli altri comuni della Vallesina, da Castelbellino a Castelplanio, da Santa Maria Nuova a Mergo. Ad Ancona, Valeria Mancinelli ha trasmesso la cerimonia in diretta Facebook.

Il presidente della Provincia di Ancona Luigi Cerioni ha osservato il minuto di silenzio con la fascia tricolore da sindaco avanti il Monumento dei Caduti del suo comune, Cupramontana.
.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.