Biblioteca La Fornace, tornano gli studenti e le letture per bambini in presenza | Password Magazine

Biblioteca La Fornace, tornano gli studenti e le letture per bambini in presenza

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MOIE – Tornano le iniziative in presenza e tornano gli studenti ad occupare le postazioni di studio nel centro culturale “eFFeMMe23” di Moie. La biblioteca La Fornace non si è mai fermata, anche nelle settimane di zona rossa, con rassegne e incontri in videoconferenza e con i servizi di prestito su prenotazione, ma il fatto di essere in zona gialla consente ovviamente di implementare le iniziative e soprattutto di aprire di nuovo alle presenze. Un elemento, questo, molto importante in quanto «la biblioteca La Fornace è nata come centro culturale e come luogo di confronto – osserva l’assessore alla Cultura Tiziana Tobaldi – di incontro e di socialità. Soprattutto in questo difficile momento, tanti cittadini e studenti, in diversi modi, ne hanno riconosciuto il valore di bene essenziale per la promozione culturale e sociale dell’intera comunità».

Le postazioni della biblioteca, dove si può lavorare e accedere gratuitamente, se si ha la Bibliocard, alla rete internet wifi, da lunedì 3 maggio sono di nuovo accessibili per un numero massimo di 25 studenti, su prenotazione. 

Ma non solo. Da sabato 8 maggio (dalle 10,30 alle 11,30) torna la rassegna “Sabati da favola”, in programma per tutto il mese di maggio. Il Gruppo di lettori volontari del progetto “Nati per leggere”, che lo scorso autunno aveva affrontato un percorso specifico di formazione, aspetta i bambini da zero a 6 anni, nello spazio antistante la biblioteca, con libri da leggere ad alta voce. Ai bambini è rivolta anche l’iniziativa “Una rosa per un libro”, in programma fino al 31 maggio. In occasione della Giornata internazionale del libro e del diritto d’autore, che si è celebrata il 23 aprile, “Nati per leggere” ha lanciato la campagna che si ispira ad un’antica usanza catalana: il dono di una rosa nel giorno di San Giorgio. E ancora oggi, in quella regione della Spagna, i librari regalano una rosa per ogni libro venduto. La biblioteca La Fornace aderisce donando un segnalibro con stampata una rosa ad ogni bambino che prende in prestito un volume. 

C’è anche il “Maggio dei libri”, dedicato quest’anno alle celebrazioni per il 700esimo anniversario della morte di Dante Alighieri. La Fornace, in collaborazione con la libreria Kindustria di Matelica, organizza due incontri online, in programma il 21 e il 28 maggio, alle ore 21. Il primo si intitola “Qui c’è tutto il mondo”, con Cristina Alicata e Filippo Paris, il secondo “Campi d’ostinato amore”, con il poeta Umberto Piersanti. 

Dal 10 al 16 maggio, invece, va in scena la terza edizione di “Libri salvati”, un’iniziativa promossa dall’Associazione italiana biblioteche contro la censura, nell’anniversario – era il 10 maggio del 1933 – dei roghi di libri avvenuti a Berlino e nelle città principali della Germania. Saranno allestite vetrine tematiche in biblioteca, messe a disposizione bibliografie su Medialibrary e pubblicati sui canali social della biblioteca dei video che ricordano libri censurati. 

Prosegue in maniera intensa e constante anche la collaborazione della biblioteca con l’Istituto comprensivo “Carlo Urbani” di Moie. Uno dei tanti progetti curati dalla struttura comunale è quello dal titolo “Stardust”, che coinvolge gli studenti delle classi terze della secondaria di primo grado, che incontreranno l’autore Nicola Galli Laforest che li guiderà nella scrittura di recensioni da pubblicare nel blog nazionale Xanadu.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.