Bilancio di previsione approvato, Bacci: "Come Jesi, pochi Comuni in Italia" | | Password Magazine
Banner4Baffi

Bilancio di previsione approvato, Bacci: "Come Jesi, pochi Comuni in Italia"

JESI – Jesi tra i pochissimi Comuni d’Italia ad aver approvato il Bilancio 2016, vale a dire lo strumento finanziario che indica entrate e spese del Comune, prima che inizi l’anno a cui si riferisce.

Può sembrare una notizia di poco conto, è viceversa la testimonianza di una gestione finanziaria seria e responsabile – che dovrebbe essere il prerequisito minimo per chi amministra risorse pubbliche – capace di mettere nelle condizioni gli Uffici di essere immediatamente operativi nella programmazione degli interventi da realizzare . A dirlo è il sindaco Massimo Bacci, tramite i suoi canali social: ” Ringrazio le liste civiche che mi sostengono per aver voluto condividere questo modo di intendere l’amministrazione pubblica, tesa ad abbattere sprechi e sacche di privilegi, ripulire il bilancio da voci improduttive, dimezzare l’indebitamento ereditato ed effettuare una seria lotta all’evasione senza vessazioni – fa sapere il Primo Cittadino –   Azioni, queste, che hanno permesso di scongiurare quegli aumenti di tasse e tributi locali che sarebbero stati inevitabili sia a causa dei continui tagli dei trasferimenti statali, sia per debiti fuori bilancio di ben due milioni di euro che ci siamo trovati sul groppone per sentenze definitive su espropri che si trascinavano da decenni senza che mai, in passato, fossero stati effettuati prudenziali accantonamenti”.

Il bilancio 2016 prevede le risorse necessarie a garantire prestazioni sociali di livello sia in qualità che in quantità per anziani, minori, diversamente abili, a programmare interventi su opere pubbliche che abbiano nelle manutenzioni di scuole, impianti sportivi, strade e arredo urbano, ad attivare iniziative economiche, sociali, culturali ed aggregative per qualificare e valorizzare sempre più la nostra città.

“Mantenendo sempre fermo l’obiettivo che ci siamo dati all’inizio di questa nostra scelta di impegno civico – conclude il Sindaco – lasciare Jesi migliore di come l’abbiamo trovata”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.