Boom 'No tax zone': le PMI vogliono fare impresa

JESI – La Delegazione Jesi Confcommercio Imprese per l’Italia Marche Centrali esprime il proprio apprezzamento per il successo riscontrato dal bando del Comune emanato con l’obiettivo di sostenere le Imprese nate nel territorio di Jesi nel 2014. E’ stato un vero e proprio boom di richieste come la stessa amministrazione comunale ha dichiarato esprimendo una più che giustificata soddisfazione, soddisfazione condivisa da Confcommercio Jesi. “Il pieno di domande per accedere alle agevolazioni comunali – commenta Tania Luminari presidente di Confcommercio Jesi –, è il sintomo di una volontà evidente di fare impresa e questa voglia che c’è, va incentivata e premiata. Per questo chiediamo che si possano avere ulteriori fondi per premiare le aziende neonate, fondi che possono essere presi da quelli stanziati per il bando sulle assunzioni per il quale non è stata presentata nessuna domanda. Quei soldi dovrebbero essere destinati alle Piccole e Medie Imprese che dimostrano ancora una volta di essere spina dorsale del tessuto economico locale. C’è un’emergenza di questi tempi che è la sicurezza perciò lancio una proposta: perché non dedicare i fondi non utilizzati per il bonus assunzioni per un progetto sulla sicurezza cittadina? Penso all’istallazione di nuove telecamere o a possibili iniziative di tutela di cittadini e imprese”.

Confcommercio Imprese per l’Italia è particolarmente sensibile alla tematica della sicurezza e nei giorni scorsi ha organizzato un incontro con forze dell’ordine e istituzioni, incontro che è stato utile a sollevare la questione, trattata poi anche in consiglio comunale a Jesi, e a creare un tavolo tecnico tra le varie entità in campo.

Confcommercio continuerà a lavorare con forza sulla tematica con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sulla necessità di un intervento congiunto per la salvaguardia dei cittadini e delle Imprese.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*