Botte e minacce alla moglie, carabinieri arrestano marito violento

 

MONTE SAN VITO – E’ accaduto la sera del 18 febbraio a Monte San Vito, da dove la centrale Operativa della Compagnia di Jesi riceve una richiesta di aiuto di una donna disperata per le continue vessazioni ricevute dal marito.
Una pattuglia in circuito della Stazione di Chiaravalle, agli ordini del Maresciallo Domenico Maurelli, si reca subito sul posto, ove immediatamente verifica una situazione di pericolo per una giovane donna, fatta oggetto di soprusi e violenze da parte del marito, al momento in stato di manifesta ubriachezza. Violenze e minacce che l’uomo non lesina neanche davanti ai carabinieri, i quali a fatica riescono a contenerlo.
Nonostante i tentativi dei militari di far ritornare alla calma l’uomo, questi, incurante della presenza dei militari, continuava a minacciare di morte la moglie, incominciando anche a lanciarle oggetti.
A quel punto i carabinieri intervenuti, data la particolare situazione, considerato le lesioni che aveva causato alla moglie (ha ottenuto 10 giorni di prognosi dal P.S. di Jesi), hanno condotto l’uomo in caserma, ove, dopo aver raccolto la denuncia della donna, lo hanno dichiarato in arresto per maltrattamenti in famiglia e lesioni volontarie e rinchiuso nella camera di sicurezza di questo comando, in attesa della celebrazione del rito direttissimo.
L’uomo, un cittadino albanese di 45 anni, in mattinata verrà condotto davanti al Tribunale di Ancona per la rituale convalida dell’arresto.
La donna nel frattempo è stata accompagnata in una struttura protetta.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*