Botti di Capodanno, solo due feriti in tutta la provincia. Intensa attività di controllo della Polizia | Password Magazine

Botti di Capodanno, solo due feriti in tutta la provincia. Intensa attività di controllo della Polizia

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
La pattuglia del Commissariato PS di Jesi In servizio durante la notte di Capodanno

ANCONA – Termina nel migliore dei modi la notte di Capodanno. In tutta la provincia di Ancona si sono registrati solo due feriti dovuti ai “botti”, uno ad Osimo e l’altro nel capoluogo.

Si tratta di due persone adulte che hanno riportato lievi lesioni, il primo ad una mano ed il secondo al volto, guaribili in 5/7 giorni.

Nessun ferito a Jesi dove una pattuglia della Polizia del Commissariato jesino ha garantito la sicurezza durante lo svolgersi dell’evento di fine anno in piazza della Repubblica.

Il dato rilevato questa notte è anche il risultato di una intensa attività di prevenzione svolta anche quest’anno dalla Polizia di Stato con particolare attenzione e che ha portato al sequestro di 600 Kg di fuochi pirici eseguiti dalla Squadra Mobile e dalla Divisione di Polizia Amministrativa della Questura dorica.

Il materiale sequestrato era stato rinvenuto a ridosso della notte di San Silvestro all’interno di una rivendita abusiva approntata in zona Montacuto senza alcuna autorizzazione per l’uso commerciale da parte dei due proprietari, deferiti poi all’Autorità Giudiziaria.

Non è mancato, ovviamente, colui che, nella notte di Capodanno, si è voluto distinguere tra gli altri. Erano le 00.50 di questa notte, quando, ad Ancona, una delle Volanti di servizio della Questura notava, transitando in Viale della Vittoria, una pensilina della fermata dell’autobus in fiamme. Nelle vicinanze una ingente quantità di materiale pirico esplodente che l’aveva distrutta.

Mentre i vigili del fuoco spegnevano l’incendio, gli Agenti effettuavano alcuni controlli che portavano all’identificazione dell’uomo trentenne, di origini campane, residente ad Ancona e autore dell’incidente.

Non l’ho fatto apposta, volevo accendere qualche botto per il nuovo anno, ma poi qualche razzo non è partito verticalmente ed è andato a sbattere contro la pensilina” è ciò che ha raccontato il giovane ai poliziotti. Ora dovrà rispondere della “bravata” che gli comporterà una denuncia per danneggiamento, accensioni pericolose in luogo pubblico ed altro.

Oltre alla prevenzione riguardante le illecite attività relative ai fuochi pirici, la Questura di Ancona ha messo in campo decine di poliziotti, utilizzando anche i cani poliziotto e l’elicottero del Reparto Volo di Pescara, al fine di garantire la sicurezza del capoluogo durante le festività del nuovo anno ed i festeggiamenti avvenuti nel centro storico.

Il dispositivo ha garantito anche una vigilanza dinamica dedicata a tutte le sedi istituzionali, al porto, stazioni ferroviarie, parcheggi, luoghi di culto, locali pubblici, aree dismesse, zona industriali e tutte le arterie che adducono al capoluogo dorico.

I numeri che sono stati consegnati questa mattina al Questore Oreste Capocasa riassumono l’operazione di Polizia: una persona denunciata, 378 persone controllate, 175 cittadini extracomunitari identificati, 1783 veicolo controllati, 41 posti di controllo, 149 chiamate al 113, 21 sanzioni al Codice della strada.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.