Astralmusic

Burian è arrivato: ecco quanto durerà

Astralmusic

IL METEO – L’ondata di maltempo che da alcuni giorni sta interessando in maniera estesa e continua  l’intera Penisola evidenzia quanto inizino ad essere evidenti i segnali di un cambiamento climatico. Ad affermarlo è Massimiliano Fazzini, climatologo, Docente dell’Università di Camerino e di Ferrara ed esponente dell’Associazione Italiana di Geografia Fisica e Geomorfologia.  «Gli effetti del maltempo, poi, determinano problematiche “idrogeologiche” e “biometeorologiche” molto diversificate procedendo dal settentrione verso il Meridione del Paese, in relazione alla sua complessità geografica e morfologica»

Secondo Fazzini, un significativo miglioramento di tali condizioni è atteso per mercoledì ma la situazione non si sanerà totalmente prima del prossimo fine settimana. Evidentemente, dunque, non saranno con ogni probabilità le fenomenologie ad essere eccezionali ma la durata dell’ondata di freddo relativamente al periodo dell’anno, visto che il primo Marzo debutta la Primavera meteorologica.

Da domenica, il quadro sinottico è mutato drasticamente: un peggioramento di estrazione “polare – continentale”  – dunque proveniente dal subcontinente euroasiatico – ha raggiunto il nord ed i versanti più orientali della Penisola tra il  pomeriggio e la serata di ieri, apportando un sensibile calo termico e nevicate sino a quote di pianura nonché sui litorali centro – settentrionali adriatici.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*