Cantar Lontano Festival 2014, al via la prima edizione di Stairs

JESI – Si chiama Stairs ed è il nuovo progetto ideato da Marco Mencoboni nell’ambito del Cantar Lontano Festival 2014. L’obiettivo, come al solito, è quello di contribuire, attraverso la musica, alla rivalutazione di un aspetto importante del patrimonio artistico e architettonico della nostra Regione, ma questa volta le location protagoniste saranno davvero originali: ben sette scaloni di scuola vanvitelliana per altrettanti concerti che animeranno tutta l’estate, dal 17 giugno al 20 settembre. Il progetto non sostituisce il consolidato Festival Cantar Lontano, che giunge quest’anno alla sua edizione nr. 16 e che sarà riproposto nel mese di Settembre ma ne è una pagina, un aspetto, una finestra aperta sul mondo dei capolavori bachiani.

“La scala – spiega Mencoboni –  in edilizia è una struttura costituita da una o più serie di gradini. Lo stesso termine viene usato in musica e indica l’ordinamento graduale dei suoni. Da questa considerazione nasce Stairs, abbinando le note di uno che di scale se ne intendeva e cioè Johann Sebastian Bach alle scale monumentali dei più bei palazzi della nostra Regione. Le Marche conservano numerosi scaloni attribuibili alla scuola di Luigi Vanvitelli, sono perlopiù sconosciuti al pubblico perché in certi casi riservati a uso esclusivo di privati. Quando pubblici vengono spesso fruiti inconsapevolmente, poiché tendiamo a dare per scontata una bellezza che ci accompagna da sempre, è un bello talmente bello da non farci più caso”.

Da qui l’idea di realizzare i concerti su alcuni degli scaloni più suggestivi del territorio per consolidare la percezione quotidiana della bellezza quotidiano e il divenire sempre più consapevoli di quanto importante sia vivere in una regione così ricca di storia e di monumenti.

“Mencoboni – afferma il commissario straordinario della Provincia di Ancona Patrizia Casagrande – ci sorprende ogni volta per l’originalità della proposta artistica che riesce a coniugare la qualità artistica e la valorizzazione delle innumerevoli bellezze del nostro territorio, anche di quelle spesso immeritatamente ignorate o poco conosciute. In questo modo, le emozioni della musica diventano strumenti di scoperta e conoscenza del nostro inestimabile patrimonio artistico”.

Stairs prenderà avvio martedì 17 giugno a Palazzo Honorati Carotti (ore 21) con il violoncello di Mauro Valli che eseguirà le musiche di Johann Sebastian Bach (Suite n. 1 in sol maggiore, BWV 1007 e Suite n. 6 in re maggiore, BWV 1012). Il resto del programma, ancora in fieri per quanto concerne i luoghi, vede però già fissate le date degli artisti:Nika Zlataric (violoncello) martedì 15 luglio 2014; Marco Frezzato (violoncello) martedì 29 luglio 2014; Attilio Motzo (violino) giovedì 7 agosto 2014; ‘iga Faganel (violino) giovedì 14 agosto; Christoph Timpe (violino) giovedì 4 settembre; Eduardo Egüez (liuto) sabato 20 settembre.

Al momento, oltre a Jesi, le location previste sono Palazzo Nembrini ad Ancona, Palazzo Costa a Macerata; Palazzo Nada Vicoli a Morrovalle, Palazzo Giovanelli e Palazzo Olivieri–Machirelli a Pesaro, Palazzo Montevecchio a Fano. Ai concerti si assisterà in piedi o seduti sulle scale e l’accesso limitato secondo la capienza dell’edificio. Il costo del biglietto è di 10 euro. Una parte dei biglietti sarà messa in prevendita online, mentre i restanti potranno essere acquistati all’ingresso del Palazzo a partire dalle ore 20.00 del giorno del concerto. Terminati i posti a sedere sarà possibile ascoltare il concerto dall’androne del Palazzo al prezzo ridotto di 5 euro.

L’aggiornamento del programma sarà consultabile al sito www.cantarlontano.com

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.