Canto Contro, al Moriconi la storia del tenore partigiano | | Password Magazine

Canto Contro, al Moriconi la storia del tenore partigiano

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Uno spettacolo ad ingresso gratuito messo in piedi da associazioni jesine. Va in scena sabato 29 aprile al Teatro Moriconi lo spettacolo teatrale Canto Contro, di Mauro Gozzi tratto dal libro di Lello Saracino “Il tenore Partigiano”, ripercorre la storia di Nicola Stame. Sul palco tanti jesini: Franco Corinaldesi, Maria Grazia Tiberi, Mauro Gozzi, Marco Gigli, Saverio Santoni e Giuliano Pietroni. La carriere del cantante lirico fu pregiudicata dalla polizia politica fascista, che nel 1939 lo arrestò al Teatro lirico di Roma durante le prove generali della Turandot. Quattro mesi di carcere e poi il servizio militare in Aeronautica, sino all’8 settembre 1943. Il tenore avrebbe potuto partire per gli Stati Uniti, dove era in programma una sua tournée, ma preferì restare a Roma, per battersi contro i nazifascisti con i suoi compagni di “Bandiera Rossa”. Arrestato e portato in Via Tasso, Nicola Stame vi fu a lungo torturato. Condannato alla deportazione in un lager nazista, si trovava nel carcere di Regina Coeli quando i tedeschi lo scelsero per eliminarlo, con altri 334 patrioti, nella rappresaglia delle Fosse Ardeatine. Lo spettacolo, che rientra nelle celebrazioni per la festa della Liberazione, è organizzato dalle associazioni jesine Anpi, Libera, Istituto Gramsci Marche e Arci, con il sostegno del comune.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.