Carabinieri, controlli sul territorio: molti i giovani denunciati | | Password Magazine

Carabinieri, controlli sul territorio: molti i giovani denunciati

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

VALLESINA – Sono in totale dodici le denunce risultate da un controllo straordinario dei Carabinieri sul territorio avvenuto tra lunedì e ieri sera tra i comuni di Jesi, Chiaravalle e Moie. La maggior parte di queste denunce riguardano giovani e minorenni.

Un giovane extracomunitario, di appena 16 anni, controllato dai militari della Radiomobile, è stato denunciato ai sensi dell’art. 496 del Codice penale per aver fornito false dichiarazioni sulla propria identità personale, identità poi scoperta a seguito di foto segnalamento.

Sono state tre invece le denunce per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti: i militari operanti, sottoposto a controllo tre giovani, hanno scoperto che tutti erano alla guida sotto l’effetto dei cannabinoidi e, pertanto, veniva ritirata loro la patente di guida.
Due sono state le denunce per guida in stato di ebbrezza; mentre tre quelle per porto abusivo di armi e oggetti atti ad offendere. Durante le perquisizioni i carabinieri trovavano due di loro in possesso di coltelli a serramanico, mentre un terzo di un grosso manganello in legno.
Altri due ragazzi, di età compresa tra 22 e 25 anni sono stati trovati rispettivamente con 3 e 4 grammi di hashish.

Due ragazzi di 19 e 24 anni del luogo sono stati denunciati per furto perché beccati  mentre armeggiavano sulla portiera di un’autovettura. Sono state le telecamere ad indicare ai militari, successivamente, l’intenzione dei due soggetti che volevano forzare la portiera di una Fiat Panda parcheggiata in zona Gallodoro di Jesi per rubare, evidentemente sventato dall’arrivo di una pattuglia del Radiomobile.

Altre tre persone sono state denunciate per furto aggravato in concorso. Il gruppetto, all’interno del IPERSIMPLY di via Don Rettaroli dopo aver asportato generi alimentari e abbigliamento, da cui avevano staccato le placche antitaccheggio, tentavano di allontanarsi senza pagare ma subito bloccate dal personale di vigilanza che ha immediatamente chiesto l’intervento dell’Arma.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.